A chi non ha il coraggio di firmarsi ma non si vergogna di offendere anche a chi non (?) lo merita.

Eventuali commenti a post di questo blog non verranno pubblicati sia se offensivi per l'opinione pubblica e sia se non sottoscritti dai relativi autori. Se non avete il coraggio di firmarvi e quindi di rendervi civilmente rintracciabili... siete pregati di tesorizzare il vostro prezioso tempo in modo più intelligente (se vi sforzate un pochino magari per sbaglio ci riuscirete pure).
* * *
A decorrere dall'8 settembre 2017 i commenti anonimi sono disabilitati. Mi spiace per la sedicenti Elvira alias Elviro... cari compaesani. Ma ci tengo all'EDUCAZIONE e l'anonimato è tutto tranne che... EDUCAZIONE.
* * *
Ricordo ad ogni buon file l'indirizzo di posta elettronica legata a questo sito/blog: pietroperri@sanfili.net

sabato 19 ottobre 2019

Notizia flash!


Comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
E’ passato a miglior vita il nostro compaesano Maurizio Palermo.
Aveva 59 anni ed abitava nella frazione Bucita.
Ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
Sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli angeli.
Un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace ma... “si vis pacem para bellum”!

giovedì 17 ottobre 2019

Notizia flash!


Comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
E’ passato a miglior vita il nostro compaesano Pietro Fallico.
Aveva 69 anni, era originario della frazione Bucita ed abitava a San Benedetto Ullano.
Ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
Sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli angeli.
Un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace ma... “si vis pacem para bellum”!

domenica 13 ottobre 2019

La Cina è vi-Cina... molto più di quello che possiamo immaginare. (1)


Articolo pubblicato sul Notiziario Sanfilese del mese di settembre 2019... a firma di Pietro Perri.
*     *     *
Pechino - piazza Tienanmen,
Agosto 2019.
Il mio desiderio di andare un giorno a visitare anche la Grande Muraglia (una delle sette meraviglie del mondo) in Cina nacque quasi certamente quando ebbi il piacere d’ammirarne la maestosità spulciando le pagine di un sussidiario su cui fui costretto a studiare quando frequentai le scuole elementari di San Fili.
All’epoca alle scuole elementari c’erano ancora i cosiddetti “maestri unici” ossia degli insegnanti che ti prendevano per mano alla prima elementare e ti portavano, con mano spesso armata di staffila, fino alla quinta elementare. Ossia fino alla conclusione del ciclo scolastico primario.
La mia insegnante delle elementari fu la signora Maria Alba Ruffolo.
E’ a lei, la mia “signora maestra”, che debbo il mio amore  tanto per la scrittura quanto per la lettura.
E chi ama leggere non può non desiderare viaggiare e vedere, toccare con mano, quanto  trova scritto sui libri e sulle riviste che gli passano tra le mani e sotto gli occhi.
E fu così che, innamoratomi di quella foto della Grande Muraglia che si trovava in una delle pagine dedicate ai nostri mitici viaggiatori (Marco Polo?), mi ritrovai, oltre un quarantennio dopo, a calpestare il suolo dell’unica opera realizzata dagli esseri umani che, non so se per leggenda metropolitana o per realtà, sia visibile dallo spazio.
Dieci giorni (dal 22 al 31 agosto scorso) di cui due di viaggio (ben quindici ore di aereo all’andata e dodici e qualcosa al ritorno) sono stati il mio, accompagnato ovviamente da mia moglie, full immersion ne “Il fascino della grande CINA” (questo era il tour cui per l’occasione avevo aderito). Un vero salasso per il mio portafoglio ma un grande investimento con notevole profitto per la mia classica voglia di vedere e di imparare.
Inutile dire che otto giorni non li ho passati a vedere solo la Grande Muraglia: di carne al fuoco in questo tour ce n’era tanta ed ho cercato di gustarmela nel modo migliore possibile: la Cina antica e la Cina moderna giorno dopo giorno prendevano forma davanti ai miei occhi.
E viaggiare, questa è la vera nota dolente, ti costringe a confrontare la tua realtà con la realtà che si trova al di là del tuo perimetro vitale quotidiano. Un perimetro vitale quotidiano che trova enormi limiti sia nello spazio fisico che nello spazio virtuale (culturale e sociale).
Ed a fine viaggio, al tuo rientro nella tua misera quotidianità, dopo che per una vita ti eri fatto un’immagine distorta di un Paese (la Cina) grande quanto un intero continente ti vedi costretto a rimettere, almeno su questo fronte, tutto in discussione e finire per convincerti che la Cina o ciò che credevi essere la Cina (mentalmente ed economicamente parlando)... siamo noi. Siamo noi Italiani (per non dire gran parte del Vecchio Continente) infatti che oggi dobbiamo combattere per guadagnare la nostra quotidiana razione di riso, per un posto di lavoro che ci dia un minimo di soddisfazioni e sia rispettoso della meritocrazia individuale, di libertà di stampa e diritto alla vita, di... diritto al futuro delle future generazioni.
Otto giorni di full immersion (più due di viaggio in aereo) mi hanno visto toccare le città di Shanghai, capitale economica della Cina, di Zhujiajiao (piccolo villaggio con caratteristici ponticelli di epoca Ming), di Xian (dove in questi ultimi decenni è stata portata alla luce ciò che le guide locali definiscono l’ottava meraviglia del mondo ovvero l’Esercito di Terracotta dell’imperatore  Qin) e, dulcis in fundo, di Pechino (capitale politica e culturale della Cina).
A proposito: quando definisco Zhujiajiao un “piccolo villaggio della Cina” è giusto sottolineare, così come ci hanno più volte cercato di far capire le guide locali, cosa significa “piccolo villaggio” in una Nazione che conta oltre un miliardo e mezzo di abitanti e che è abituata a considerare città medie (per non dire relativamente piccole) quelle che hanno una popolazione intorno ai cinque o sei milioni di abitanti. Zhujiajiao ha circa 60.000 (sessantamila abitanti). San Fili, la nostra grande e maestosa San Fili, in Cina non sarebbe neanche considerata come realtà urbana. E forse non sarebbe considerata neanche come una piccolissima contrada di campagna. Per dirla in parole povere... semplicemente non sarebbe considerata.
Dopotutto Shanghai conta circa 25 milioni di abitanti e Pechino 24 milioni. In due fanno quasi l’Italia.
(continua).
*     *     *
Un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace ma... “si vis pacem para bellum”!

E' in distribuzione il Notiziario Sanfilese del mese di settembre 2019.


Proprio così, anche questo mese (settembre 2019) noi dell'Associazione culturale "Universitas Sancti Felicis" di San Fili (ovvero l'Associazione dei Sanfilesi nel Mondo), siamo riusciti a realizzare il nostro bollettino mensile, il... "Notiziario Sanfilese".
Otto pagine di storia, cultura ed attualità relative alla stupenda cittadina di San Fili e all'altrettanto stupenda comunità da essa ospitata.
Chi volesse ricevere il nostro Notiziario non ha che da diventare socio (anche non effettivo ma semplicemente simpatizzante) dalla nostra Associazione. Si può diventare soci partendo da un contributo di appena 5,00 (cinque) euro, a seconda se si vuole essere soci simpatizzanti (5,00 euro), soci ordinari (15,00 euro) e soci onorari (da 15,00 euro in su).
Per ritornare al "Notiziario Sanfilese" di questo mese (di cui viene riprodotto il frontespizio a sinistra), comunque, riporto di seguito l'indice delle pagine:
*     *     *
Pag. 1
- La Cina è vi-Cina... molto più di quello che possiamo immaginare. (1) Di Pietro Perri.
Pag. 2
- Ci hanno lasciato.
Pag. 3
- L’esodo estivo verso mari e  monti. Di Nuccia Giglio-Carlise.
Pag. 4
- Acqua, castagne e... magare (Santu Fili ‘e na vota). Di Caio Amnio Ostico.
- U cantu de magare. Di Caio Amnio Ostico.
Pag. 5
- Acqua e castagne. Di Caio Amnio Ostico.
- Piccolo dizionario santufilise.
Pag. 6
- Incontro di fede. Di Oscar Bruno.
- Bucita 28 agosto / 8 settembre 2019: solenni festeggiamenti in onore della Beata Maria Vergine Addolorata.
Pag. 7
- Quannu a Santu Fili spazzunamu u puarcu: la conservazione. (5)
- Di Pietro Perri.
Pag. 8
- Tutti possono collaborare al “Notiziario Sanfilese”.
- I membri dell’Associazione Culturale “Universitas Sancti Felicis” e costo tessera e contributi 2019.
*     *     *
Un cordiale affettuoso abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace ma... “si vis pacem para bellum”!

martedì 1 ottobre 2019

CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI SAN FILI (24).

Volendo rispettare alcune promesse che mi sono fatto nel corso di tanti anni di attività “anche... e non solo” di politica locale e che mi vedono finalmente membro del Consiglio Comunale di San Fili, comunico (in base all’invito che mi è appena giunto) che per VENERDI’ 4 OTTOBRE 2019 alle ore 09:00 in prima convocazione (ed eventualmente alle ore 10:00 in seconda convocazione) è convocato in sessione straordinaria, con seduta pubblica, il CONSIGLIO COMUNALE DI SAN FILI.
La riunione avrà luogo presso la sala consiliare del paese e prevede la trattazione dei seguenti punto all’ordine del giorno:

1. D.M. 12/11/2011 e ss.mm.ii. - Affidamento servizio di distribuzione gas nell’ATEM Cosenza 1 - Ovest - Approvazione della Convenzione per l’esercizio associato delle finzioni in materia di distribuzione del gas naturale ex art. 30 TUEL d.lgs. 267/2000;
2. Delega delle funzioni e delle attività all’Agenzia delle Entrate - Riscossione di cui alle proprie deliberazioni n. 17 del 07/07/2017, n. 26 del 24/11/2017 e n. 9 del 09/03/2018 - Modifiche ed integrazioni relativamente all’attività di riscossione coattiva.

Da parte mia non posso non sperare in una giusta presenza di Sanfilesi alla succitata riunione. del Consiglio Comunale di San Fili... e non solo perché anche io oggi ne faccio parte ma perché anche tu - da elettore e cittadino - è giusto che ne sia partecipe.
*     *     *
Un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace ma... si vis pacem para bellum”!

mercoledì 18 settembre 2019

Notizia flash!


Comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
E’ passata a miglior vita la nostra compaesana Maria Colombo in Passarelli (la moglie di Cenzinu ‘u barista).
Aveva 70 anni.
Ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
Sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
Un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace ma... “si vis pacem para bellum”!

lunedì 16 settembre 2019

Notizia flash!


Comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
E’ passata a miglior vita la nostra compaesana Teresina Letizia Rende vedova Perri.
Mia madre.
Aveva 97 anni.
I funerali si svolgeranno martedì 17 settembre alle ore 16:00 presso la Chiesa del Ritiro di San Fili.
Ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
Sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
Un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace ma... “si vis pacem para bellum”!