A chi non ha il coraggio di firmarsi ma non si vergogna di offendere anche a chi non (?) lo merita.

Eventuali commenti a post di questo blog non verranno pubblicati sia se offensivi per l'opinione pubblica e sia se non sottoscritti dai relativi autori. Se non avete il coraggio di firmarvi e quindi di rendervi civilmente rintracciabili... siete pregati di tesorizzate il vostro prezioso tempo in modo più intelligente (se vi sforzate un pochino magari per sbaglio ci riuscirete pure).

lunedì 2 marzo 2015

PILLOLE (non di saggezza ma...) DI POLITICA LOCALE - 7.

SAREBBE BELLO... MA?

Ok, ammettiamolo: sarebbe bello che la prossima campagna elettorale amministrativa sanfilese durasse solo quattro mesi (due prima del giorno del voto e due dopo per godersi la vittoria o leccarsi le ferite) e non cinque massacranti anni - in alcuni casi un’intera vita - cosi come le campagne elettorali che ci siamo disastrosamente lasciati alle spalle.
Credo che finalmente chi vince (il migliore... perché è sempre quello che il popolo sanfilese comunque ha sempre scelto e comunque anche questa volta sceglierà) dovrà lavorare anche su questo fronte: riappacificare i Sanfilesi... tra di loro e tra loro e le Istituzioni.
Se vogliamo finalmente maturare come Comunità dobbiamo infatti emarginare i “soggetti di costante disturbo della vita sociale” e riappropriarci della voglia di rinascere ed imporci, nei debiti limiti, all’interno della Grande Area Urbana di Cosenza.
Qualche giorno addietro ho fatto questo discorso con un possibile avversario di lista (nel senso che dovrebbe far parte - me lo auguro - dei candidati della lista perdente... quella dove non dovrei presentarmi io) ... sicuramente avversario di parte. Questi, un  giovane promessa (ne abbiamo avuto tante di giovani promesse negli ultimi decenni a San Fili. Peccato che quasi tutte fossero come i “gratta e vinci”: gratti sempre e non vinci mai) della politica locale ha detto che il mio è solo un sogno... irrealizzabile.
E fortuna che questa giovane promessa della politica locale dovrebbe essere un garante dell’alternativa alla vita amministrativa che tutti - a San Fili - si augurano di lasciarsi finalmente alle spalle.
Da parte mia continuo a credere che, se ci impegniamo un pochino (dopotutto si sprecano più energie ad odiarci l’un l’altro che a trovare una strada comune e positiva per tutti), possiamo anche riuscire in tale intento.
Dopotutto o ci incamminiamo per questa nuova strada (che di nuovo non ha niente se non l’intelligenza di chi la percorre) o ci conviene cambiare comune una volta per tutte.
Anche questo, ovvero cercare di riportare la pace all’interno della Comunità Sanfilese, è uno dei motivi per cui ho deciso di candidarmi alle prossime amministrative. Dimostrare che essere diversi... si può e si deve.
Sarebbe bello... ma?
*     *     *
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

Nessun commento: