A chi non ha il coraggio di firmarsi ma non si vergogna di offendere anche a chi non (?) lo merita.

Eventuali commenti a post di questo blog non verranno pubblicati sia se offensivi per l'opinione pubblica e sia se non sottoscritti dai relativi autori. Se non avete il coraggio di firmarvi e quindi di rendervi civilmente rintracciabili... siete pregati di tesorizzate il vostro prezioso tempo in modo più intelligente (se vi sforzate un pochino magari per sbaglio ci riuscirete pure).

sabato 16 aprile 2016

Presentazione della guida "I Borghi più belli del Mediterraneo"... con gradita sorpresa.

Negli ultimi mesi del 2015, troppo impegnato nel dare giusto risalto alla stupenda manifestazione organizzata per celebrare degnamente il 90° anniversario dell’inaugurazione del Monumento ai Caduti di San Fili, ho tralasciato (o almeno rinviato) di pubblicare altre notizie che comunque, essendo legate alla cronaca positiva della nostra stupenda e viva Comunità, meritavano e continuano a meritare di essere pubblicate.
Tra queste notizie c’è anche quella relativa alla presentazione della guida “I Borghi più belli del Mediterraneo”. E, sorpresa tra le sorprese, tra questi borghi compare - non prendiamocela a male - anche il nome del nostro amato/odiato paesino: San Fili.
E allora? ... diamola, anche se con un po’ di ritardo, questa notizia.
*     *     *
Il 2 ottobre 2015 presso lo “University Club” dell’Università della Calabria si è tenuta la presentazione della guida turistica “I Borghi più belli del Mediterraneo”.
Alla stupenda manifestazione c’era anche il nostro compaesano Tonino Salerno il quale non ha potuto che apprendere con soddisfazione del fatto che in tale guida turistica, curata dal dottor Claudio Bacilieri membro del Comitato scientifico dell’Associazione de “I Borghi più belli d’Italia”, era stato anche inserito il Comune di San Fili.
Inutile dire che il nostro compaesano Tonino Salerno non si trovasse lì per caso quella sera. Tonino qualche giorno prima infatti aveva ricevuto un invito ufficiale in qualità di titolare del “B.&B. Antica Calabria” di San Fili, giustamente inserito nella citata guida turistica in quanto struttura ricettiva locale.
Uno stupendo Bread and Brekfast quello realizzato e gestito dalla famiglia Salerno che merita di essere preso in dovuta considerazione da quanti volessero soggiornare nel nostro paesino e non hanno alternative a quella di dormire in una struttura pubblica. Noi ne abbiamo parlato nel Notiziario Sanfilese del mese di Agosto del 2014.
Diversi sono stati gli interventi succedutisi nel corso dell’incontro: sia da parte di docenti universitari che da membri della Fondazione Terzo Pilastro Italia e Mediterraneo, dell’Associazione de “I Borghi più belli d’Italia” e dei curatori della guida turistica “I Borghi più belli del Mediterraneo”.
Tutti i relatori comunque sono stati concordi nel riconoscere che il turismo è il volano della nostra economia e che i borghi d'Italia sono il perno centrale di questa economia.
Alla fine degli interventi previsti nella scaletta ufficiale è stata data la possibilità anche ai presenti di dire la loro sull’argomento base della serata: la bellezza dei nostri borghi ed il turismo. Tra i tanti ha preso la parola anche Tonino Salerno che, dopo aver ringraziato tutti i relatori ed in particolare l'autore per l'inserimento del borgo di San Fili in tale guida, ha ricordato ai presenti “... il treno che abbiamo perso con la chiusura ed il successivo abbandono, da parte di tutte le autorità locali, della vecchia ferrovia Paola - Cosenza che poteva essere utilizzata almeno a livello turistico (locomotiva a vapore) perché era l'unica ferrovia in Europa a scartamento ordinario con cremagliera.”
Purtroppo nel complesso della bellissima serata non poteva non registrarsi, anche e soprattutto a sottolineare quanto le Istituzioni siano sempre più lontane dal territorio e dalla cittadinanza amministrata, la classica nota stonata: tra gli assenti a tale importante appuntamento col futuro della nostra zona vi erano tanti sindaci e/o amministratori dei borghi citati nella guida stessa.
*     *     *
Tra i borghi calabresi entrati a far parte della guida turistica “I Borghi più belli del Mediterraneo” edizione 2015 ci sono anche, oltre a San Fili, Oriolo, Civita, Altomonte, Badolato e Pentadattilo.
Dire che è un onore per San Fili e per i Sanfilesi essere stati considerati in tale pubblicazione... è dire poco.
Ne saremo degni?
*     *     *
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace ma... si vis pacem para bellum!

Nessun commento: