A chi non ha il coraggio di firmarsi ma non si vergogna di offendere anche a chi non (?) lo merita.

Eventuali commenti a post di questo blog non verranno pubblicati sia se offensivi per l'opinione pubblica e sia se non sottoscritti dai relativi autori. Se non avete il coraggio di firmarvi e quindi di rendervi civilmente rintracciabili... siete pregati di tesorizzate il vostro prezioso tempo in modo più intelligente (se vi sforzate un pochino magari per sbaglio ci riuscirete pure).
* * *
A decorrere dall'8 settembre 2017 i commenti anonimi sono disabilitati. Mi spiace per la sedicenti Elvira alias Elviro... cari compaesani. Ma ci tengo all'EDUCAZIONE e l'anonimato è tutto tranne che... EDUCAZIONE.
* * *
Ricordo ad ogni buon file l'indirizzo di posta elettronica legata a questo sito/blog: pietroperri@sanfili.net

domenica 10 gennaio 2016

San Fili ed il Baratto(lo) Amministrativo. Ne parleremo nel prossimo Consiglio comunale

Nel prossimo Consiglio comunale di San Fili (che si terrà mercoledì 13 Gennaio 2015 in prima convocazione alle ore 16... in seconda convocazione alle 17) si parlerà - se si svilupperanno tutti i punti previsti all'ordine del giorno - anche di Baratto(lo) Amministrativo (una ulteriore forma di evoluzione del clientelismo politico - nata dalla fervente immaginazione del Governo Renzi... quello del “salvabanche Boschi e company” - che mira a prendere per il c**o gli elettori\contribuenti già forniti di cetriolo nel didietro) nonché della realizzazione del Centro Raccolta Comunale dove si chiederà al 90% ai cittadini\contribuenti sanfilesi di sopportare un nuovo ennesimo aumento del costo del servizio stesso.
Ok, spiegatemi un po': siamo pienamente consapevoli che a San Fili e non solo non tutti sono più in grado di pagare tasse e tributi... e riteniamo giusto e necessario procedere all'aumento delle/degli stesse/i?
E poi... a chi favorirà (... ed a quale prezzo per i contribuenti ancora paganti a fronte di umanamente insopportabili sacrifici) a San Fili il... (sistema quasi sicuramente a conclusione clientelare) Baratto(lo) Amministrativo? ... ovvero assumere a gratis (?) - sforziamoci un po’ di credere ancora agli extraterrestri - dei dipendenti pubblici? ... e chi garantirà in tale sistema chi non è in grado di lavorare a gratis come gli handicappati o i pensionati al minimo ultrasessantacinquenni?
Oltretutto, cosa faremo fare a questi assunti a gratis (difatti aggiungendo umiliazione ad umiliazione) quando già abbiamo del personale in surplus (non dimentichiamo che da tempo si parla - ed in tantissimi lo sperano... non il sottoscritto - di mettere in mobilità una diecina degli stessi perché... inutili e costosi alla macchina amministrativa sanfilese).
Ma forse della mobilità dei dipendenti comunali di San Fili se ne parla semplicemente perché alla fine nessuno avrà il coraggio di prendere sul serio determinate iniziative. Dopotutto quelli degli ipotetici “dipendenti in surplus” sono preziosi voti per le prossime amministrative (malgrado manchino ancora quattro anni per lo svolgimento delle stesse).
La mia proposta? ... innanzitutto tagliamo realmente le tasse ed i tributi locali mettendo tutti nelle condizioni di pagarle/li garantendo (senza umiliarle) quelle fasce sociali che realmente non possono far fronte ai loro obblighi verso l’erario.
Oltretutto quanti vengono affamati da un erario inumano non credo che abbiano obblighi verso lo stesso... in virtù anche e soprattutto dell’articolo 53 della Costituzione Italiana.
Quindi, credetemi, se qualcuno (delle Maggioranza o della Minoranza in seno al Consiglio comunale di San Fili) vi dice che con l’approvazione del Baratto(lo) Amministrativo vi sta facendo un piacere... vi sta solo prendendo per il c**o... doppiamente se riesce nel suo intento di far approvare questa assurda possibilità... per non far pagare a chi non può pagare e che solo per questo dovrebbe essere legalizzato a non pagare.
Questo ovviamente a chi rientrerebbe negli ipotetici privilegi di tale norma. Mi viene da ridere nei confronti di chi in tale norma non ci rientra: perché handicappato e quindi non capace di poter svolgere lavori a gratis per la Comunità Sanfilese, o per gli anziani pensionati ultrasessantacinquenni. E mi viene da ridere anche nei confronti di chi dovrà coprire (i pochi ancora in grado di far fronte al pagamento di tasse e tributi) anche quest’ulteriore mancato introito nelle casse comunali. O dei residenti all’estero che il lavoro potrebbero farcelo... tramite posta aerea.
E poi... che mi dite di quelle persone che finora sono state aiutate a fare qualche giornata chiamandoli (e pagandoli) per farci qualche servizietto quale il taglio dell’erba o cose similari? ... anche questi stupendi voti da tenere presenti alle prossime elezioni amministrative? ... vogliamo negargli anche questa piccola fonte di reddito perché il loro lavoro... a gratis... dovremo pretenderlo da altri?
Credetemi: possiamo tagliare le tasse (oltre che all’erba) razionalizzando i servizi e dicendo basta a lussi che la nostra Comunità (la Comunità Sanfilese) non può più permettersi.
Lo stesso teatro comunale ed attività culturali varie (42 mila e 500 euro nel bilancio preventivo 2015) o la piscina comunale (48 mila euro nel bilancio preventivo 2015)... non sarebbe il caso di parlarne? Queste strutture io non sono del parere di chiuderle se le stesse non influiranno più di tanto ed ulteriormente sulle tasche dei contribuenti sanfilesi. Il Comune può anche intervenire in caso di necessità di manutenzione straordinaria delle strutture... ma non più nella gestione ordinaria delle stesse.
Ovviamente, specie nel caso della gestione della piscina, se ci sono cose non riportate su questo post (tipo particolari accordi sottoscritti con l’Amministrazione comunale) non mi dispiacerebbe che chi li ha sottoscritti (se li ha sottoscritti... cosa che io non so e non credo) li mettesse a conoscenza anche dei lettori di questo post.
Vogliamo darle in gestione a qualcuno: diamogli le chiavi di tali strutture “gratis” per quattro o cinque anni... ma gratis anche per le casse del Comune di San Fili.
Questo “si!”, sarebbe un bel Baratto(lo) Amministrativo... verso tutti. Anche e soprattutto verso chi non è più in grado di pagare tasse e tributi o di chi lo sarà ancora per poco.
Perché a San Fili sono una manciata le famiglie con un reddito superiore ai 1.300/1.500 euro mensili... e sono decisamente pochi chi (magari in nero) supera i 2.000 o i 3.000 euro (cifre comunque ridicole per un nucleo familiare composto da quattro o cinque unità).
Allora, vogliamo parlare anche di Baratto(lo) Amministrativo anche a San Fili?
*     *     *
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

1 commento:

carlo ha detto...

Mi congratulo con te sei amministrativamente coraggioso perché sei riuscito ad avere tutti contro e questo succede quando si dice la verità. Per quando riguarda il baratto amministrativo può essere una cosa buona se fatto onestamente nel senso che chi solo chi opera veramente gratis per il comune deve avere le agevolazioni e non chi non opera come è già successo in precedenti amministrazioni che andavano a pagarsi senza lavorare, con questo per dire che chi vuole fare il baratto deve farlo veramente e non mettere nomi per non pagare i contributi comunali che sono necessari per il bene della gestione