A chi non ha il coraggio di firmarsi ma non si vergogna di offendere anche a chi non (?) lo merita.

Eventuali commenti a post di questo blog non verranno pubblicati sia se offensivi per l'opinione pubblica e sia se non sottoscritti dai relativi autori. Se non avete il coraggio di firmarvi e quindi di rendervi civilmente rintracciabili... siete pregati di tesorizzate il vostro prezioso tempo in modo più intelligente (se vi sforzate un pochino magari per sbaglio ci riuscirete pure).

domenica 19 febbraio 2017

IL CANE SOLITARIO ED IL BRANCO - STORIE DI ETERNA ORDINARIA FOLLIA.

Non so se vi siete mai imbattuti in un cane - più o meno randagio - che si pone in modo minaccioso per strada contro di voi e poi - magari nello stesso punto - in un branco di cani della stessa natura e predisposti allo stesso atteggiamento del singolo.
Il singolo cane potete anche portarlo alla ragione magari piegandovi e facendo finta di prendere qualcosa da terra e mostrandovi fermi nel volergliela lanciare addosso.
Ma il branco?
Credetemi: per quanto è stupido ed inoffensivo il singolo è altrettanto intelligente e pericoloso il branco... nella sua comunque proverbiale stupidità.
Personalmente mi sono più volte imbattuto in cani randagi singoli e in cani randagi che "lavorano" in branco. E non si sono nel loro fare ed abbaiare... mai smentiti.
Un consiglio? ... se potete (e se la distanza e la sua mole lo permettono) affrontate senza paura il singolo. Per quanto riguarda invece il branco... riparatevi in un luogo sicuro ed attendete pazientemente che lo stesso si sciolga... e poi presentate il conto... ad uno ad uno.
Anche se nel frattempo sarà stata la vita a consegnarglielo al posto vostro.
Dopotutto voi restate un essere umano e lui/loro un cane randagio.
*     *     *
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace ma... “si vis pacem para bellum”!

Nessun commento: