A chi non ha il coraggio di firmarsi ma non si vergogna di offendere anche a chi non (?) lo merita.

Eventuali commenti a post di questo blog non verranno pubblicati sia se offensivi per l'opinione pubblica e sia se non sottoscritti dai relativi autori. Se non avete il coraggio di firmarvi e quindi di rendervi civilmente rintracciabili... siete pregati di tesorizzate il vostro prezioso tempo in modo più intelligente (se vi sforzate un pochino magari per sbaglio ci riuscirete pure).

venerdì 19 agosto 2016

Celebrato con indiscusso successo il 10° anniversario dell’ACCADEMIA MUSICALE “CACCINI” di San Fili.

Articolo apparso sul Notiziario Sanfilese del mese di Agosto 2016.
Perché... è bene parlare delle cose che comunque (e malgrado tutto e soprattutto... tutti) anche a San Fili funzionano.
*     *     *
Il maestro Francesco Metallo nel corso
di una sua esibizione.
Proprio così: l’Accademia Musicale “Caccini” di San Fili ha compiuto il suo decimo anno di vita e di prestigiosa attività. Ed ha ritenuto opportuno celebrare tale   indiscutibile traguardo con il tradizionale “saggio spettacolo” di fine anno.
Piazza san Giovanni e buona parte di corso XX settembre, infatti, erano tutti per loro: per il maestro Francesco Metallo (padre ed anima portante dell’Accademia), per l’Accademia Musicale “Caccini” di San Fili, per gli allievi che si sono esibiti sul palco - uno decisamente più bravo dell’altro... dei veri e propri mostri da palcoscenico -, e per i familiari degli allievi giunti per l’occasione da tutta la provincia di Cosenza e qualcuno anche dalla provincia di Catanzaro.
Amore e speranza sono stati il filo conduttore dell’intera serata.
Una serata piena di ricordi, purtroppo non sempre felici (nell’occasione sono stati ricordati amici dell’Accademia musicale “Caccini” quali i giovani talenti Francesca “Kekka” Guido, Luigi Ferraro nonché Rosa Conforti - madre di Francesco Metallo - tutti recentemente e prematuramente scomparsi). Una serata che, proprio per celebrare il decennale dell’Accademia, ha mirato, anche con l’utilizzo di uno schermo gigante montato sul palco e filmati ormai d’epoca, a sottolineare l’impegno profuso dal personale docente della “Caccini”, dallo staff di supporto e dagli stessi allievi al fine di raggiungere i risultati alla fine brillantemente conseguiti.
Bellissimi anche i ricordi, nel corso della serata, di big della canzone italiana scomparsi negli ultimi anni. Decisamente bravi gli allievi della Caccini nell’interpretare alcuni brani di tali big con la bravura di veri mostri da palcoscenico, malgrado la piccola età di alcuni di loro.
Dieci anni e dieci “saggio spettacolo” che con l’andare dei tempi hanno sempre conquistato nuovi spazi e nuovi spettatori: “Il primo saggio spettacolo”, ha sottolineato il maestro Francesco Metallo nella sua presentazione della serata, “si è tenuto nella piccola accogliente piazzetta Mario Nigro ovvero difronte all’edificio che ospita la Caccini. I successivi 8 saggi spettacolo si sono tenuti all’interno del Teatro comunale di San Fili”, ed eccoci qua, in questo magico mese di luglio del 2016, in piazza san Giovanni, con un palco che ne occupa gran parte della superfice ed oltre duemila persone al di sotto del palco tutte intente a godersi la splendida serata dove bella musica, ottime canzoni e sketch messi su da veri professionisti tutt’altro che in erba la fanno da indiscussi padroni.
Uno spettacolo per lo più voluto e finanziato dai familiari degli allievi dell’Accademia musicale Caccini di San Fili.
Nel corso della serata il maestro Francesco Metallo ha tenuto a ringraziare la propria insegnante delle Scuole Medie professoressa Mariarosaria Oriolo Forastieri con una meritatissima targa ricordo. Un’insegnante cui in tanti a San Fili siamo debitori per quello che ha saputo trasmetterci sia in campo puramente scolastico che nel trasmetterci preziosi valori morali che ci accompagnano e continueranno ad accompagnarci per il resto dei nostri giorni.
Apprezzatissime da quanti hanno assistito a questa indimenticabile manifestazione sono state anche le coreografie realizzate dalla scuola di ballo Tersicore di Natascia Cucunato.
Ospite d’onore della serata, oltre ovviamente dal “puro spettacolo” regalatoci dagli allievi dell’Accademia musicale “Caccini” di San Fili, il ballerino e personaggio televisivo Gianni Sperti (primo ballerino di numerose trasmissioni di Canale 5 fin dagli anni Novanta, per anni ha fatto parte del corpo di ballo della trasmissione Amici ed è stato sposato con Paola Barale).
Inutile dire che Gianni Sperti si è giustamente congratulato con gli ottimi risultati ottenuti dal maestro Francesco Metallo e dai suoi colleghi nel preparare gli allievi della ormai prestigiosa Accademia musicale “Caccini” di San Fili.
Il maestro Francesco Metallo, amico di tutti e soprattutto nostro compaesano, assieme alla famiglia ed ai suoi sempre più numerosi collaboratori ha fatto veramente un lavoro encomiabile creando dal nulla l’Accademia musicale “Caccini” di San Fili. Un lavoro che sta dando i suoi frutti e che dimostra a tutti senza ombra di dubbio che se si vuole, pur essendo costretti a combattere contro tutto e contro tutti, si può realizzare qualcosa di buono anche dalle nostre parti.
E chissà che il prossimo anno, ovvero all’interno della undicesima edizione di questo ormai stupendo tradizionale “saggio spettacolo” locale, l’Amministrazione comunale di San Fili non pensi di istituire un premio intitolato magari all’indimenticato maestro Michele Rinaldi o al ricordo del mitico “Festival della Voce” tenutosi nel nostro Comune fino alla fine degli anni Settanta del secolo scorso.
I Sanfilesi tutti sperano e come suol dirsi... La speranza è l’ultima a morire.
*     *     *
L’Accademia Musicale “Caccini”.
L’Accademia musicale “Caccini” di San Fili è stata fondata nel 2006 dal maestro Francesco Metallo, che da allora la dirige con amore e professionalità. Tale nasce dal desiderio di promuovere e divulgare la cultura musicale e soprattutto dalla volontà di valorizzare giovani talenti calabresi.
Dal 2008 l’Accademia collabora con il cantautore Bungaro (pseudonimo di Antonio Calo’). Questi oltre a pubblicare diversi singoli e CD ha anche alle spalle numerose collaborazioni con diverse icone della musica italiana.
Dal 2012 l’Accademia collabora con il direttore di “Sony Music Italy” dottor Roberto Rossi e dal 2013 con il direttore di “Anno Domini Choir” di Torino ossia col maestro Aurelio Pitino.
Il 12 luglio scorso la “Caccini” di San Fili ha ospitato nei suoi studi il conduttore televisivo, conduttore radiofonico e produttore discografico italiano Rodolfo Zerbi, detto Rudy. In tale occasione Rudy non solo ha tenuto uno stage con gli allievi della “Caccini” ma ha anche posto le basi per una proficua futura collaborazione con la stessa.
Notevoli sono i risultati conseguiti dall’Accademia musicale “Caccini” di San Fili in questi dieci anni di attività: la partecipazione al serale della trasmissione “Io canto”, nell’edizione del 2013, con l’allievo Marco Lanzellotti; la partecipazione al serale dell’edizione 2015 di “X-Factor” con l’allievo Giacomo Runco in arte EVA e la partecipazione alla finalissima della XIV edizione “Parlare musica - Premio Fabrizio De Andre’” svoltosi a Roma nello scorso mese di gennaio con l’allievo Vincenzo Russo in arte Vinarancio.
Il 5 giugno di quest’anno l’Accademia Musicale “Caccini” di San Fili ha aperto il concerto dei Dear Jack organizzato nella piazza del Centro Commerciale Metropolis di Rende ed il 5 agosto ha fatto da apripista al concerto di Valerio Scanu tenutosi nella vicina cittadina di Marano Marchesato.
Che dire se non grazie per onorare in questo modo il nome di San Fili e... ad maiora semper, carissimo maestro Francesco Metallo e agli altrettanto carissimi allievi dell’Accademia musicale “Caccini” di San Fili.
*     *     *
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace ma... “si vis pacem para bellum”!

Nessun commento: