A chi non ha il coraggio di firmarsi ma non si vergogna di offendere anche a chi non (?) lo merita.

Eventuali commenti a post di questo blog non verranno pubblicati sia se offensivi per l'opinione pubblica e sia se non sottoscritti dai relativi autori. Se non avete il coraggio di firmarvi e quindi di rendervi civilmente rintracciabili... siete pregati di tesorizzate il vostro prezioso tempo in modo più intelligente (se vi sforzate un pochino magari per sbaglio ci riuscirete pure).
* * *
A decorrere dall'8 settembre 2017 i commenti anonimi sono disabilitati. Mi spiace per la sedicenti Elvira alias Elviro... cari compaesani. Ma ci tengo all'EDUCAZIONE e l'anonimato è tutto tranne che... EDUCAZIONE.
* * *
Ricordo ad ogni buon file l'indirizzo di posta elettronica legata a questo sito/blog: pietroperri@sanfili.net

martedì 29 marzo 2016

Storica visita a San Fili del Console Generale USA per il Sud Italia Colombia Barrosse.

Nella sera di martedì 21 marzo 2016 il Comune di San Fili ha avuto una tanto inattesa quanto graditissima visita: quella del Console Generale USA per il Sud Italia Colombia Barrosse.
Una visita inattesa seppure annunciata da tempo in quanto era stata promessa alla nostra Comunità tempo addietro dalla dottoressa Deborah Guido-O’Grady, responsabile del Public Affairs Officer (cultura, stampa e relazioni esterne) del citato Consolato con sede nella stupenda città di Napoli.
il Console Deborah Guido-O’Grady, 
il sindaco di San Fili arch. Antonio 
Argentino ed il Console Generale USA
 per il Sud Italia Colombia Barrosse.
La dottoressa Deborah Guido-O’Grady era stata già altre volte a San Fili sia in veste ufficiale che per motivi privati in quanto la stessa è discendente di Sanfilesi immigrati, negli USA.  I suoi nonni, Ciro Biagio Guido e Maria Calomeni, infatti partendo da San Fili oltre un secolo addietro raggiunsero il suolo del Nuovo Mondo in cerca di un futuro migliore per loro stessi e per i loro discendenti.
Nell’Agosto del 2014 Deborah Guido-O’Grady era stata nel nostro piccolo borgo, tra l’altro in veste di Console Generale reggente, in occasione della cerimonia di intitolazione d’una piazza a John Dewey, il filosofo americano del XIX secolo che tanto amava l’Italia, e che viene ricordato anche per avere sostenuto il libero accesso all’istruzione da parte di tutte le donne.
Colombia Barrosse e Deborah Guido-O’Grady sono state accolte in piazza san Giovanni da diversi Sanfilesi oltre che dal comandante della stazione dei Carabinieri di San Fili maresciallo Giuseppe Salerno, al maggiore dei Carabinieri Luigi Mieli comandante della Compagnia Carabinieri di Rende e dalle autorità cittadine guidate dal sindaco arch. Antonio Argentino.
Colombia Barrosse e Deborah Guido
O’Grady con il proprio seguito nel
corso della passeggiata nel centro
storico di San Fili.
A farle da ciceroni nella passeggiata tra i vicoli del centro storico di San Fili ci hanno pensato la dottoressa Loredana Nigri (autrice del romanzo storico “Gelusa” per buona parte ambientato nella nostra San Fili), Antonio “Tonino” Romeo (che ha accennato alla storia, all’aspetto artistico ed all’architettura di alcuni edifici sia sacri che laici del paese) e, in qualità di presidente dell’Associazione culturale “Universitas Sancti Felicis” ed esperto in tradizioni locali, lo scrivente Pietro Perri. Si è parlato, in tale occasione, delle magare e di tanto altro.
A conclusione della serata agli ospiti ed ai presenti è stato offerto un rinfresco “calabrese” all’interno della Sala del Consiglio comunale.
*     *     *
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace ma... “si vis pacem para bellum”!

Nessun commento: