A chi non ha il coraggio di firmarsi ma non si vergogna di offendere anche a chi non (?) lo merita.

Eventuali commenti a post di questo blog non verranno pubblicati sia se offensivi per l'opinione pubblica e sia se non sottoscritti dai relativi autori. Se non avete il coraggio di firmarvi e quindi di rendervi civilmente rintracciabili... siete pregati di tesorizzate il vostro prezioso tempo in modo più intelligente (se vi sforzate un pochino magari per sbaglio ci riuscirete pure).

lunedì 24 agosto 2015

Sospesa l'attività della piscina comunale di San Fili.

Finalmente, punti di vista (questo è il mio e resta il mio... da onesto contribuente locale e nazionale), è stata sospesa l’attività della piscina comunale di San Fili.
Il motivo? ... gli altissimi costi di gestione (in gran parte legati al problema del fabbisogno energetico della struttura) della stessa.
Cifre assurde di cui si è fatta carico per anni la Comunità Sanfilese con buona parte delle proprie entrate tributarie.
Un problema, dicevo, sorto non appena lo Stato spendaccione degli anni Ottanta e Novanta del XX secolo ha dato al comune di San Fili i soldi per realizzare non solo questa strutture ma tantissime altre inutili strutture sportive e ricreative presenti nell’area circostante la piscina stessa (vedasi la palestra coperta finita per diventare un punto di stoccaggio dei rifiuti solidi urbani e forse anche qualcos’altro, i campi da tennis in contrada Frassino, i chioschetti ricreativi e via dicendo).
Tanto paga Pantalone... ma all’epoca Pantalone era a Roma.
Oggi, purtroppo, Pantalone è a San Fili... e sembra pure che, causa le tasche da tempo bucate per colpa di amministratori locali poco previdenti, abbia poco ormai da pagare a disposizione.
Cosa fare per ovviare al problema? ... semplice: iniziare a sospendere l’attività della piscina comunale e studiare eventuali forme alternative di approvvigionamento energetico per il funzionamento della stessa. Ovviamente con un sistema tale da ridurre drasticamente tali costi.
Ci riuscirà l’Amministrazione comunale in carica? ... lo dirà il tempo e speriamo che il tempo almeno una volta sia un po’ clemente anche nei confronti dei contribuenti sanfilesi. Diversamente ognuno, fattosi un proprio reale esamino di coscienza, si assuma le proprie responsabilità morali verso le fasce meno abbienti della nostra Comunità.
Riporto di seguito il comunicato alla cittadinanza sanfilese (tra l’altro riportato in formato PDF in alto a sinistra) che, in qualità di addetto stampa del Comune di San Fili, ho firmato in questi giorni.
*     *     *
AVVISO ALLA CITTADINANZA
SOSPESA L’ATTIVITA’ DELLA PISCINA COMUNALE

IN QUESTI GIORNI L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI SAN FILI HA PROVVEDUTO A TRASMETTERE AI GESTORI DELLA PISCINA COMUNALE UNA LETTERA CON CUI SI SOSPENDONO LE ATTIVITA’ DELLA STESSA.
TUTTO CIO’ SI E’ RESO NECESSARIO STANTE I SEMPRE PIU CRESCENTI COSTI DI GESTIONE CHE COMPORTA TALE STRUTTURA IN PARTICOLARE DAL PUNTO DI VISTA ENERGETICO. COSTI, IN UN PERIODO DI CRISI COME QUELLO CHE STIAMO VIVENDO, CHE CONTINUANO A PESARE SUL BILANCIO COMUNALE ANDANDO AD INTACCARE DIRETTAMENTE LE ENTRATE LOCALI.
L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI SAN FILI STA COMUNQUE PROVVEDENDO  A STUDIARE METODI ALTERNATIVI DAI COSTI DECISAMENTE PIU’ CONTENUTI AL FINE DI GARANTIRE NON SOLO LA RIPRESA DELLE ATTIVITA’ DI TALE STRUTTURA MA DI RENDERE FINALMENTE OPERATIVA L’INTERA AREA DEL COSIDDETTO PARCO ATTREZZATO DI CONTRADA FRASSINO
QUANTO DETTO FACENDO IN MODO CHE TUTTE LE STRUTTURE SPORTIVE E RICREATIVE (PISCINA, CAMPO DI CALCIO E CAMPO DA TENNIS, PALESTRA ECC.) DIVENTINO PRESTO OPERATIVE E RESTITUISCANO ALL’INTERA CITTADINANZA SE NON UN RITORNO ECONOMICO O DI SEMPLICE AUTOFINANZIAMENTO ALMENO UN GIUSTO RITORNO D’IMMAGINE AL SERVIZIO DI TUTTI.
                                                                                                         
PIETRO PERRI
ADDETTO STAMPA
COMUNE DI SAN FILI

SAN FILI, LI’ 24 AGOSTO 2015.
*     *     *
Ovviamente da membro di maggioranza del Consiglio comunale di San Fili non posso fare a meno di ringraziare i giovani che hanno lavorato e continuano a lavorare, con spirito di sacrificio, per la piscina comunale di San Fili. Nessuno mette in dubbio né le loro capacità né il loro alto spirito di volontariato sociale. Ma in un periodo di crisi come quello che sta vivendo la nostra società (decisamente più sentito in piccole comunità come quella sanfilese) qualche ragionamento che rompa finalmente col passato bisogna iniziare a farlo... anche e soprattutto nel loro interesse.
Se una volta alcune cose erano considerate un servizio perché tanto alla fine lo Stato sarebbe giunto in nostro soccorso (e San Fili negli anni passati è stato soccorso in modo assurdo ed ingiustificabile... diversamente non avremmo “goduto” di ben due truffe ai danni delle casse comunali e di due dissesti finanziari nel giro di un paio di decenni) oggi quelle cose non possono che essere considerate un lusso (ovviamente a San Fili)... se vogliamo essere seri. Ed un amministratore pubblico ha l’obbligo, oggi più che mai, di essere serio (quindi anche coraggioso) nei confronti dei propri votanti e dei propri amministrati.
*     *     *
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

Nessun commento: