A chi non ha il coraggio di firmarsi ma non si vergogna di offendere anche a chi non (?) lo merita.

Eventuali commenti a post di questo blog non verranno pubblicati sia se offensivi per l'opinione pubblica e sia se non sottoscritti dai relativi autori. Se non avete il coraggio di firmarvi e quindi di rendervi civilmente rintracciabili... siete pregati di tesorizzate il vostro prezioso tempo in modo più intelligente (se vi sforzate un pochino magari per sbaglio ci riuscirete pure).

sabato 18 aprile 2015

Trasporti ed Area Urbana... c’è un futuro per San Fili?

l'avv. Marcello Manna, l'arch.Antonio Argentino
e l'on.le Pietro Rende.
Venerdì 20 marzo 2015, con inizio programmato per le ore 17, si è svolto, nella sala convegni della Biblioteca comunale “Goffredo Iusi” di San Fili, un bellissimo dibattito sul tema “Trasporti e Area Urbana” e con sottotitolo “la questione della Via Emolitana”.
Il dibattito era stato organizzato dall’Amministrazione comunale di San Fili ed i lavori sono stati impeccabilmente coordinati dal vicesindaco in carica architetto Antonio Argentino (che tra l’altro ha fortemente voluto tale incontro).
Nella scaletta degli interventi erano previste le presenze dell’architetto Mario Occhiuto (l’unico assente ma che aveva mandato un proprio delegato) attuale Presidente della Provincia di Cosenza e sindaco in carica della Città dei Bruzi, dell’avvocato Marcello Manna attuale sindaco del Comune di Rende, della professoressa Gabriella Mazzulla (nostra concittadina e tra l’altro docente all’Università della Calabria), dell’ingegner Claudio Caravetta (Dirigente Settore Trasporti - Provincia di Cosenza), dell’onorevole Pietro Rende e del dottor Ottorino Zuccarelli (sindaco in carica del Comune di San Fili).
Il dibattito si è dimostrato interessante fin dalle prime battute. Dopotutto San Fili ed i Sanfilesi stanno aspettando da decenni che si parli in modo serio ed onesto del problema dei collegamenti non solo tra il nostro centro abitato e i limitrofi centri abitati della Grande Area Urbana di Cosenza (in particolare dei Comuni di Rende e della stessa città capoluogo di provincia)  ma anche tra il centro storico di San Fili e le sue ramificazioni sul territorio comunale: Bucita, contrada Frassino e contrada Cozzi.
Il problema dei collegamenti (trasporti su mezzi pubblici) tra San Fili e l’hinterland è a dir poco raccapricciante. E’ il frutto di oltre mezzo secolo di scelte amministrative a dir poco scellerate per non dire, in più casi, disoneste.
E’ questa una delle reali sfide che dovrà affrontare e  vincere la prossima amministrazione comunale se vorrà rendersi degna del proprio compito agli occhi dei posteri.
I Sanfilesi, pazienti, aspettano e lo meritano.
*     *     *
... un  caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

Nessun commento: