A chi non ha il coraggio di firmarsi ma non si vergogna di offendere anche a chi non (?) lo merita.

Eventuali commenti a post di questo blog non verranno pubblicati sia se offensivi per l'opinione pubblica e sia se non sottoscritti dai relativi autori. Se non avete il coraggio di firmarvi e quindi di rendervi civilmente rintracciabili... siete pregati di tesorizzate il vostro prezioso tempo in modo più intelligente (se vi sforzate un pochino magari per sbaglio ci riuscirete pure).

martedì 7 aprile 2015

QUANDO LE FORZE DELL'ORDINE INSEGNANO L'INCIVILTA' DEL DISORDINE.

Ieri (martedì 6 aprile 2015... pasquetta), e non è la prima volta, mi trovavo con un amico in piazza san Giovanni a San Fili. Parlavamo del più e del meno quando vidi passare davanti a noi, diretta verso il semaforo affianco il bar gelateria del mitico Cenzino Passarelli, una jeep dei Carabinieri.
Guardai il semaforo dove era appena scattato il rosso e dissi contemporaneamente al mio amico: "... scommettiamo che non si fermano?"
Credetemi: non ho capacità di preveggenza ma... come da copione questi degni rappresentanti dell'Arma strafregandosene del rosso del semaforo... passarono oltre senza preoccuparsi neanche del fatto che a guardarli potevano esserci soggetti che si aspettano da uomini in divisa un minimo di buon esempio.
No, non erano all'inseguimento di criminali o di altri soggetti passati col rosso prima di loro e quindi legittimati a fare loro una giusta ramanzina sul comportamento civile in un paese civile.
... ah!, se avessi avuto la macchina fotografica in mano in quel determinato momento. Vi avrei postato la foto con tutto il piacere.
Ovviamente situazioni del genere a San Fili - sempre più terra di nessuno... e modi di fare del genere ce ne danno sempre più triste conferma -  non è la prima volta che gli occhi di noi poveri deficienti (in quanto malgrado tutto continuiamo a credere in determinati valori) registrano determinate cose. E non solo da parte di rappresentanti della Benemerita.
Tempo addietro infatti mi capitò di vedere delle autovetture della Guardia di Finanza salire contromano corso XX Settembre... "ma loro sono loro e... (come disse più o meno Alberto Sordi in una celebre gag de "Il marchese del Grillo") ... noi non siamo un c***o".
Quindi non illudetevi di passarla liscia se camminate col vostro mezzo lungo corso XX Settembre a San Fili contromano, senza rispettare il rosso dei semafori e senza le cinture debitamente allacciate. A voi miseri mortali, infatti, se vi imbatterete in un mezzo delle succitate Forze dell'Ordine se non siete un regolare contravventore... una bella multa non ve la eviterà nessuno.
Auguri a tutti e... figli maschi.
*     *     *
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro Pietro Perri.
... /pace!

Nessun commento: