A chi non ha il coraggio di firmarsi ma non si vergogna di offendere anche a chi non (?) lo merita.

Eventuali commenti a post di questo blog non verranno pubblicati sia se offensivi per l'opinione pubblica e sia se non sottoscritti dai relativi autori. Se non avete il coraggio di firmarvi e quindi di rendervi civilmente rintracciabili... siete pregati di tesorizzate il vostro prezioso tempo in modo più intelligente (se vi sforzate un pochino magari per sbaglio ci riuscirete pure).
* * *
A decorrere dall'8 settembre 2017 i commenti anonimi sono disabilitati. Mi spiace per la sedicenti Elvira alias Elviro... cari compaesani. Ma ci tengo all'EDUCAZIONE e l'anonimato è tutto tranne che... EDUCAZIONE.
* * *
Ricordo ad ogni buon file l'indirizzo di posta elettronica legata a questo sito/blog: pietroperri@sanfili.net

domenica 27 aprile 2014

Notizia flash!

… comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
… è passata a miglior vita la nostra compaesana Maria Plastina.
… dagli annunci funebri non si rileva l’età.
… ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
… un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
… /pace!

venerdì 18 aprile 2014

... m’hanno clonato la POSTAPAY. E speriamo che gli sia andata bene.

Ieri (17 aprile 2014) ho provato inutilmente ad accedere all'estratto conto della mia carta POSTAPAY... risultava inattiva malgrado inattiva non doveva essere.
Oggi mi sono rivolto all'ufficio postale di San Fili per chiedere informazioni in merito. L'addetta all'ufficio postale di San Fili (sempre unica e sempre gentilissima) mi ha dato il numero verde cui rivolgermi per avere informazioni dettagliate sulla situazione della mia POSTAPAY.
Anche qui mi scontro (ovviamente positivamente) con un gentile dipendente del gruppo Poste Italiane/POSTAPAY che - dopo avermi fatto qualche domanda su alcune viziose mie presunte operazioni su un sito di giochi online (per fortuna non erano siti pornografici e magari a contenuto pedofilo) - che la mia carta di credito è stata clonata e... svuotata di significato.
Ergo? ... 300 euro andati in fumo.
Se becco quello stronzo che mi ha fatto il bypass e mi rendo conto che ha anche vinto qualcosa... pretendo la mia quota parte del relativo bottino.
A proposito: consiglio POSTAPAY per i piccoli acquisti su internet? ... malgrado tutto, si! ... oggi, ma non solo oggi, ho apprezzato la professionalità, la gentilezza e tutto il resto degli impiegati di Poste Italiane.
E non solo di quelli dell'ufficio postale di San Fili.
*     *     *
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.

... /pace!

giovedì 17 aprile 2014

Notizia flash!

… comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
… è passata a miglior vita la nostra compaesana Elvira Cirillo vedova Rende.
… aveva 87 anni.
… ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
… un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
… /pace!

lunedì 14 aprile 2014

Notizia flash!

… comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
… è passata a miglior vita la nostra compaesana (suor) Tarcisia Malfitano.
… dagli annunci funebri non è rilevabile l’età.
… ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
… un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
… /pace!

sabato 12 aprile 2014

Notizia flash!

... comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
... è passato a miglior vita il nostro compaesano Giuseppe (Peppino) Marchese.
... aveva 83 anni.
... ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
... sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

Vespe cinesi e vespe italiane: le seconde... a San Fili le amavamo già!

Il 22 novembre 2013 si è tenuto a San Fili un bellissimo convegno sulla vespa cinese (la  “hymenoptera Cynipidae”) e sul suo disastroso attacco a ciò che furono le nostre stupende piantagioni di castagno. Un vero e proprio colpo di grazia, questo, alla stupenda natura che da millenni circonda il nostro centro abitato... visto che tali piantagioni, per colpa di una incapacità imprenditoriale che da tempo caratterizza la nostra comunità, da tempo ormai sono giunte al loro lumicino.
Ma non è di quel convegno - magistralmente qualificato dall’intervento della dottoressa Vincenzina Scalzo - che voglio parlarvi in quest’occasione. Dopotutto da quel convegno sono già passati alcuni mesi e dello stesso ne ho scritto nel Notiziario Sanfilese del mese di dicembre 2013. Anche se... l’argomento sia più che attuale (visto che è in questo periodo che la vespa cinese mette in atto la sua azione malefica contro il nostro verde).
Voglio, in quest’occasione, parlarvi di un’altra vespa produttrice di “galle” sfruttando le gemme di alcune piante (non castagni, ovviamente, in questo caso) tipiche del territorio calabrese e quindi anche sanfilese. Questa vespa - “più che italiana” e quindi da tempo immemore conosciuta dai nostri avi... ed anche da qualcuno di noi amanti della natura circostante - nella cui “galla” anch’io, pur senza mai vederla (credo), mi sono spesso imbattuto quando fanciullo andavo in cerca di funghi o a raccogliere castagne sui Cozzi. A seconda della galla (una vera e propria... stupenda pallina naturale) prodotta oggi posso affermare senza ombra di dubbio - uso il nome scientifico (adoro la cultura di internet) - nelle famigerate “Cynips quercusfolii” e “Andricus kollari”.
Ed ecco spiegato il collegamento tra il racconto - ombrosi ricordi di quand’ero fanciullo e, nella mia bacata fanciullesca fantasia, re dei Cozzi ed il convegno tenutosi giorno 23 novembre 2013 nella sala convegni della Biblioteca comunale “Goffredo Iusi” di San Fili: in quell’occasione la dottoressa Vincenzina Scanzo ci fece notare che noi da secoli se non da millenni subivamo l’attacco di vespe simil-cinesi (in quanto anche queste producevano “galle” colpendo le gemme e/o le foglie delle comuni, più che sanfilesi, querce) e quindi, studiando la non disastrosa convivenza con le prime - le italiane - , quasi certamente avremmo trovato il modo, non dannoso, di convivere anche con le seconde - le cinesi - .
Personalmente sulla soluzione proposta nutro forti dubbi... ma non essendo io un biologo (anche se spesso è l’ignorante con l’esperienza ad avere tristemente ragione e non il dotto il continua “fase celebro-sperimentale)... su questo preferisco soprassedere. Credetemi: se voglio togliere di mezzo una tigre che gira libera lungo corso XX Settembre a San Fili... non libero nello stesso tratto stradale un leone. Entrambi gli animali, infatti, sono estranei all’equilibrio naturale, creatosi nell’arco di millenni, del nostro borgo e quindi non so’, sulle lunghe distanze (magari fra venti o trenta anni), si sia più dannosa la cura della malattia.
... beata la mia ignoranza e beata la cultura e la superiorità intellettuale di chi mi sta a volte, per fortuna non sempre, difronte.
Un’immagine proiettata su un pezzo di muro alle spalle (non ricordo più se alla sinistra) della dottoressa Vincenzina Scalzo nel corso di quel convegno e nel corso del suo stupendo intervento, dicevo, mi riportò magicamente alla mia infanzia ed ad un altrettanto stupendo “dejà vu”: quella pallina l’ho già vista... e forse ne conosco anche il sapore. Quello che non sapevo è che tale pallina fosse un simbolo di nuova (non so quanto disastrosa) vita e di tant’altro.
Ma tutto questo sarà il filo portante di un'altra delle mie storie.
*     *     *
... un cordiale abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

mercoledì 9 aprile 2014

Quale futuro per San Fili... ad un anno dalle prossime amministrative.

Pizzo Calabro. Piazza della Repubblica.
Dal Notiziario Sanfilese del mese di Aprile 2014 (articolo firmato... by Pietro Perri).
*     *     *
Forse qualcuno se n’è dimenticato e forse qualcun altro spera, nel proprio intimo, che in tanti - tra noi sanfilesi - se ne siano dimenticati ma... il prossimo anno gli elettori residenti nel nostro amato/odiato paesino dovranno recarsi alle urne per eleggere il nuovo Sindaco con il relativo Consiglio comunale: un Sindaco e dieci consiglieri... se non cambia nuovamente la legge o il disegno di legge.
Proprio così: sono passati ben quattro anni (era la fine di marzo del 2010) dalle ultime elezioni amministrative sanfilesi ed un ulteriore anno non ci metterà poi tanto a passare.
Tracciare un bilancio di questi quattro anni non è né nelle mie intenzioni né nei miei pensieri. Questo lavoro, se qualcuno di loro ha la coscienza pulita, lo lascio fare a chi si propone in alternativa agli attuali amministratori. Una cosa comunque lasciatemela dire: se fallimento c’è stato... ha fallito il nuovo (il vero grande assente di questi quattro anni che San Fili si è appena lasciato alle spalle), non il rodato.
San Fili? ... ancora senza futuro e soprattutto ancora senza la risposta alla classica domanda: “Cosa voglio fare da grande?” ... un futuro differente dal presente che - in una situazione storico economico e sociale che accomuna le piccole realtà urbane come il nostro paesino - forse San Fili non lo vedrà più per diversi secoli a venire.
Eppure non serve la bacchetta magica per cambiare direzione: un po’ di cultura “in azione”, per dirla alla Goethe, in più e soprattutto guardarci intorno ed osservare ciò che intorno a noi funziona. Poi chiedersi: San Fili, cos’ha di diverso dagli altri paesi che comunque, anche in questi tristi anni di crisi, riescono a registrare una accettabile sopravvivenza economica?
Giorno 30 marzo scorso sono stato, con alcuni colleghi d’ufficio a vedere, per la terza volta nella mia vita, i “Bronzi di Riace”: la peggiore offesa che si potesse fare alla storia ed alla cultura di un grande popolo che si onora di discendere dai grandi colonizzatori greci. Il motivo? ... i Bronzi sono stati rinvenuti appena nel 1972. La Calabria, prima di tale anno, esisteva già da qualche millennio eppure l’unica immagine positiva che riesce a proporre del suo passato sembra che oggi siano solo i “Bronzi di Riace”... presumibilmente il risultato di un bottino di guerra... un saccheggio andato a male.
Al ritorno da Reggio Calabria ci siamo fermati a Pizzo Calabro e abbiamo sostato un’oretta nell’accogliente piazza della Repubblica: qualche centinaia di tavolini, una decina di bar (affianco o difronte l’uno all’altro), un migliaio di avventori non pizzitani ed un solo nome: tartufo di Pizzo, poco più che un gelato.
San Fili, credetemi, potrebbe non essere diverso da questa stupenda località turistica.
“E il mare?” ... qualcuno obietterà: “Basta fare un foro nella montagna!” ... risponderò io.
A buoni intenditori (politici) poche parole.
*     *     *
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

Notizia flash!

... comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
... è passato a miglior vita il nostro compaesano Salvatore Mazzulla (Tuture u Summichele).
... aveva 88 anni ed abitava a Toronto in Canada.
... ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
... sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

E' in distribuzione il Notiziario Sanfilese del mese di Aprile 2014.

... proprio così, anche questo mese (Aprile 2014) noi dell'Associazione culturale "Universitas Sancti Felicis" di San Fili (ovvero l'Associazione dei Sanfilesi nel Mondo), siamo riusciti a realizzare il nostro bollettino mensile, il... "Notiziario Sanfilese".
Otto pagine di storia, cultura ed attualità relative alla stupenda cittadina di San Fili e all'altrettanto stupenda comunità da essa ospitata.
Chi volesse ricevere il nostro Notiziario non ha che da diventare socio (anche non effettivo ma semplicemente simpatizzante) dalla nostra Associazione. Si può diventare soci partendo da un contributo di appena 5,00 (cinque) euro, a seconda se si vuole essere soci simpatizzanti (5,00 euro), soci ordinari (15,00 euro) e soci onorari (da 15,00 euro in su).
Per ritornare al "Notiziario Sanfilese" di questo mese (di cui viene riprodotto il frontespizio a sinistra), comunque, riporto di seguito l'indice delle pagine:
*     *     *
Pag. 1
- Quale futuro per San Fili... ad un anno dalle prossime amministrative. Di Pietro Perri.
Pag. 2
- Mary Garret (Mariafrancesca Garritano) da ballerina ad attrice in "360 gradi di rabbia”.
- Piccolo dizionario santufilise.
- Tutti possono collaborare al “Notiziario Sanfilese”.
Pag. 3
- Suggestioni dell’adolescenza. Di Nuccia Giglio-Carlise.
- Divino Bagliore. Di Oscar Bruno.
Pag. 4
- Vincenzo Miceli. Dal sito dell’Università di Pisa - Sistema Bibliotecario (Da: Annuario della R. Università di Pisa per l’anno accademico 1931-1932).
Pag. 5
- Il proverbio del mese: Chiù allisci u gattu e chiù u gattu arrizza u pilu.
- Friddu e fame! Di don Giovanni Gentile alias Chiacchiara.
- Comunicazione ai soci.
- Ci hanno lasciato.
Pag. 6
- Dal mulino delle fate aru tesoru du Canalicchiu: una stupenda passeggiata naturale tutta sanfilese. (10) Di Pietro Perri.
Pag. 7
- Una foto per non dimenticare..
- La famiglia allargata santufilise.
Pag. 8
- Una foto per non dimenticare.
- Gli acrostici di Alfredo Ruffolo: Tzvetelina.
- I membri dell’Associazione culturale “Universitas Sancti Felicis” e costo tessera e contributi 2014.
*     *     *
... un cordiale affettuoso abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

sabato 5 aprile 2014

Notizia flash!

... comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
... è passato a miglior vita il nostro compaesano Cosimo Cosentino.
... aveva 61 anni.
... ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
... sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

A San Fili? ... le Forze dell’(dis)Ordine colpiscono ancora.

Scrissi questo post il 5 Aprile del 2014... pensando che avessi ormai visto tutto di questa stupida vicenda... d'ordinaria follia dei giorni nostri. Ma...
*     *     *
In questi giorni un rappresentate delle Forze dell'(dis)Ordine di stanzia nel mio amato/odiato paesino dopo che io gentilmente e da signore (com'é nel mio stile... purtroppo) mi sono rivolto allo stesso non solo mi ha aggredito (eravamo nella sua casa - ufficio - e la mia parola purtroppo vale meno della sua.. non essendoci testimoni di controparte... e sopratutto quando lo stesso indossa ignobilmente la divisa) ma... 
Dallo sparaca**ominacce che il mio interlocutore si trovava al posto della bocca (per niente collegato al cervello che si suppone abbia al di sotto dell'attaccatura dei capelli) c'é ne stata una che mi ha fatto inorridire... roba della San Fili degli anni Cinquanta (e dire che sembrerebbe una persona giovane): "Che io faccio il (beep) per 1200 euro al mese!"
Allora: a parte che io non gli ho chiesto quanto guadagna per fare il (beep) ed a parte che io credo guadagni tantissimo di più (non me ne fotte un cavolo comunque della sua busta paga... con quella può anche pulircisi il c**o se la stessa non gliela consegnano in modo virtuale ma su supporto cartaceo) ma... cavolo... c'é forse qualche dottore che a questo screanzato di rappresentante delle Forze dell'(dis)Ordine lo obblighi a restare nell'Arma?
... cosa che sicuramente non fa onore né all'Arma né ai cittadini onesti che certi soggetti dovrebbero imparare a riconoscere e a rispettare. 
Purtroppo a furia di avere a che fare con i criminali alcuni soggetti forse confondono i ruoli... beati loro!
*     *     *
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!