A chi non ha il coraggio di firmarsi ma non si vergogna di offendere anche a chi non (?) lo merita.

Eventuali commenti a post di questo blog non verranno pubblicati sia se offensivi per l'opinione pubblica e sia se non sottoscritti dai relativi autori. Se non avete il coraggio di firmarvi e quindi di rendervi civilmente rintracciabili... siete pregati di tesorizzate il vostro prezioso tempo in modo più intelligente (se vi sforzate un pochino magari per sbaglio ci riuscirete pure).

venerdì 28 febbraio 2014

La chjina santufilise… una ricetta.

Stupende chjine "stantufilise doc" by
Annazzurra Luchetta.
Articolo pubblicato sul “Notiziario Sanfilese” (il bollettino mensile dell’Associazione culturale “Universitas Sancti Felicis” di San Fili) del mese di Marzo 2011.
*     *     *
Parlando con tante artiste della cucina tradizionale sanfilese, ci si rende conto che più si va avanti con  le generazioni delle stesse e più la nostra famosa “chjina” si allontana sia dallo spirito per cui ha preso vita la prima volta (ossia dalla povertà dilagante e dalla necessità di utilizzare il tutto, senza nulla sprecare, nel miglior modo possibile) che dagli ingredienti utilizzati in quella magica occasione.
A questo punto ci siamo chiesti: esiste una ricetta, ovviamente tradizionale e che ci riporti agli albori della stessa, della chjina santufilise? … quali sono gli ingredienti originari? … è legittimo utilizzare oggi ingredienti (variazioni sul tema) che una volta, sulle tavole dei sanfilesi doc, non esistevano?
… ai posteri l’ardua sentenza.
Riportiamo di seguito comunque quella che potrebbe essere la ricetta originaria.
*     *     *
Massaia santufilise maestra
anche i chjine ed in altri ma-
nicaretti locali Francesca
Carpanzano.
Ingredienti per la sfoglia: 10 uova; 600 grammi di zucchero, 1 bustina di vanillina; 400 grammi di grasso (strutto di maiale); 2 bustine di lievito in polvere (es.: pane degli angeli); la buccia di un limone finemente grattugiata; farina “quantu si’nne piglia” (tradotto in italiano “circa 1 chilo e mezzo).
In alcune ricette consigliano di mettere anche 1/4 di acqua o di latte  e di sbattere, prima di passare ad amalgamare il tutto, le chiare d’uovo da sole a neve (in tal modo si lascia morbida la pasta).
La pasta per la sfoglia dovrà infatti venire abbastanza morbida ma altrettanto consistente da farsi facilmente modellare all’interno della teglia in cui verrà riposta e di cui dovrà prendere la forma.
Ingredienti per il ripieno: 2 chilogrammi e mezzo di  mollica ottenuta con raffermo; 1 litro e mezzo di miele di fichi; 2 chilogrammi di noci, mezzo chilogrammo di uva passa, due cucchiaini di cannella in polvere.
Qualcuno ultimamente vi aggiunge, nel ripieno, anche del cacao in polvere (per non dire “Nutella”) ed una buona dose di zucchero (ingredienti non facilmente rintracciabili sulle tavole dei nostri avi, quindi non rientranti nella cosiddetta “chjina doc”).
Mescolare il tutto amalgamando per bene.
Magistrale infornata.
Preparazione: Ungere di grasso il tegame e modellare, con la sfoglia, l’intera superficie interna del tegame stesso creando una coppa da riempire con il ripieno succitato.
Coprire il tutto con un disco ricavato sempre con parte della sfoglia e cuocere in forno moderato fino ad ottenere una giusta doratura.
Buon appetito.
*     *     *
… un caro saluto a tutti by Pietro Perri.
… /pace!

domenica 23 febbraio 2014

Notizia flash!

... comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
... è passato a miglior vita il nostro compaesano Salvatore (Turiddru) Cavaliere.
... aveva 85 anni ed abitava nella frazione Bucita.
... ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
... sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

sabato 22 febbraio 2014

Notizia flash!

... comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
... è passata a miglior vita la nostra compaesana Tina Agostino in Onofrio.
… aveva 63 anni.
... ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
... sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

domenica 16 febbraio 2014

Augurissimi a nonna Rosina per i suoi magnifici 105 anni appena compiuti.

Diciamo la verità: 105 anni sono decisamente un bel traguardo non solo per chi, come la nostra carissima Rosina Cortese,  ci arriva ma… per l’intera comunità che ospita questi soggetti da record.
Un po’ di dati in merito alla vita della nostra stupenda eroina non guastano.
Rosina Cortese è nata a San Vincenzo La Costa (contrada Giuranda della frazione Gesuiti) il 4 Gennaio del 1909.
E’ comunque una Sanfilese d.o.c. e  non solo perché è residente a San Fili. E’ vedova - da circa dieci anni - di Antonio Fiore.
Rosina ed Antonio hanno avuto tre figlie Amelia (residente a San Fili e moglie di Biagio De Lio), Sara (residente a Toronto in Canada) e Franca (residente a Roma).
Rosina è attualmente bisnonna nell'albero genealogico delle figlie Amelia e Franca, e trisnonna nell'albero genealogico della figlia Sara (Sara > Emilia > Patrizia > Matteo).
Sarebbe bello capire il segreto del come si arriva a questa veneranda età. Anche se - ne siamo più che sicuri - la risposta la conosciamo tutti quasi alla perfezione: cibo sano, una vita salutare e soprattutto una famiglia che ti vuole bene.
E dopotutto Rosina Cortese ha condotto, da sempre, una vita a contatto con la natura perché consumando nella sua vita quasi esclusivamente prodotti di stagione attinti dal suo podere coltivato dalla stessa con cura per decenni.
Augurissimi, nonna Rosina!
Augurissimi non solo da me ma... da tutti i Sanfilesi nel Mondo.
… ovviamente ringrazio chi mi ha messo a disposizione questi bellissimi scatti fotografici.
*     *     *
Le foto.
Nella prima foto in alto, partendo da sinistra, troviamo: Francesco Salerno (pronipote), Irina Federeac (badante di nonna Rosina), Ottorino Zuccarelli (Sindaco di San Fili), Lina De Lio (nipote), Rosario Salerno (pronipote), Amelia Fiore (figlia), Angela Gallo (amica di famiglia) e, al centro seduta, Rosina Cortese (la ultracentenaria sanfilese superfesteggiata).
Nella terza foto, sempre partendo da sinistra, troviamo: Rosario Salerno (pronipote), Francesco Salerno (pronipote), Lina De Lio (nipote), Tonino Salerno (nipote ... acquisito - marito di Lina).
E nella foto centrale? … ma la nostra campionessa Rosina Cortese - ovvio - che brinda con tutti noi al suo indimenticabile 105esimo compleanno dandoci appuntamento ovviamente ad altri… cento di questi giorni.
*     *     *
… un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
… /pace!

giovedì 13 febbraio 2014

E' in distribuzione il Notiziario Sanfilese del mese di Febbraio 2014.

... proprio così, anche questo mese (Febbraio 2014) noi dell'Associazione culturale "Universitas Sancti Felicis" di San Fili (ovvero l'Associazione dei Sanfilesi nel Mondo), siamo riusciti a realizzare il nostro bollettino mensile, il... "Notiziario Sanfilese".
Otto pagine di storia, cultura ed attualità relative alla stupenda cittadina di San Fili e all'altrettanto stupenda comunità da essa ospitata.
Chi volesse ricevere il nostro Notiziario non ha che da diventare socio (anche non effettivo ma semplicemente simpatizzante) dalla nostra Associazione. Si può diventare soci partendo da un contributo di appena 5,00 (cinque) euro, a seconda se si vuole essere soci simpatizzanti (5,00 euro), soci ordinari (15,00 euro) e soci onorari (da 15,00 euro in su).
Per ritornare al "Notiziario Sanfilese" di questo mese (di cui viene riprodotto il frontespizio a sinistra), comunque, riporto di seguito l'indice delle pagine:
*     *     *
Pag. 1
- SAMUELE MINERVINO: il sanfilese CAMPIONE EUROPEO di MUAY THAI. Di Pietro Perri.
Pag. 2
- San Fili, Giuseppe Calendino e la chiesetta di santa Liberata (2). Di Pietro Perri.
- Tutti possono collaborare al “Notiziario Sanfilese”.
Pag. 3
- Quel temporale del ‘55. Di Nuccia Giglio-Carlise.
- Una foto per non dimenticare.
- Piccolo dizionario santufilise.
Pag. 4
- Augurissimi a nonna Rosina per i suoi magnifici 105 anni appena compiuti.
Pag. 5
- Ci fu un tempo in cui a San Fili c’erano tantissimi artigiani… veri maestri nel loro campo di lavoro. E adesso?
- Comunicazione ai soci.
- Ci hanno lasciato.
Pag. 6
- Dal mulino delle fate aru tesoru du Canalicchiu: una stupenda passeggiata naturale tutta sanfilese. (8) Di Pietro Perri.
Pag. 7
- Tanti anni fa… in politica… a San Fili.
Pag. 8
- Per la prima messa di padre Bevacqua. Di don Giovanni Gentile alias “Chiac-chiara”.
- Gli acrostici di Alfredo Ruffolo: Sonia.
- I membri dell’Associazione culturale “Universitas Sancti Felicis” e costo tessera e contributi 2014.
*     *     *
... un cordiale affettuoso abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

mercoledì 12 febbraio 2014

Notizia flash!

... comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
... è passato a miglior vita il nostro compaesano Antonio Assisa.
... dagli avvisi funebri non si desume l’età.
... ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
... sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.

... /pace!

Notizia flash!

... comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
... è passata a miglior vita la nostra compaesana Ernestina Asta vedova Alessandrino.
… aveva 85 anni ed abitava alla frazione Bucita.
... ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
... sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

lunedì 10 febbraio 2014

Notizia flash!

... comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
... è passato a miglior vita il nostro compaesano Federico Zuccarelli.
... aveva 84 anni.
... ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
... sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

lunedì 3 febbraio 2014

Ancora sul sito ufficiale del Comune di San Fili… by Pietro Perri.

Forse non tutti sanno (qualcuno lo sapeva fino a poco tempo addietro… almeno fino al mese di dicembre del 2013) che anche il nostro Comune - il Comune di San Fili - ha un suo “sito ufficiale” su internet.
Non ci credete? … allora entrate su un qualsiasi motore di ricerca e scrivete nell’apposito spazio il termine “San Fili”. Risultato? … se il motore di ricerca è un motore di ricerca che gioca su link obsoleti (qualcuno li chiama di “memoria cache”) vi troverete sicuramente con davanti il seguente indirizzo internet su cui cliccare: http://www.comune.sanfili.cs.it/.
Vi avverto a priori: non meravigliatevi se non vi appare niente o vi appare una videata con strani codici e geroglifici… siete davanti ad un indirizzo che seppur ancora in essere… vi porterà ormai da tutte le parti… tranne che all’indirizzo da voi cercato: l’indirizzo internet del “sito ufficiale” del Comune di San Fili.
Per l’attuale “sito ufficiale” del Comune di San Fili (che ha tanto da invidiare al vecchio “sito ufficiale”)… dovrete cercare ulteriormente magari rivolgendovi al noto motore di ricerca di Google: più serio e più aggiornato.
Risultato? … meglio lasciar perdere: del “sito ufficiale” (attuale e funzionante) del Comune di San Fili… ancora buio pesto. Google, infatti, sembra ignorarne l’esistenza… e forse la ignora davvero.
Eppure il “sito ufficiale” del Comune di San Fili esiste, è funzionante ed è in linea.
Tremate gente tremate, si trova attualmente all’indirizzo (ovviamente parliamo sempre di internet):    http://www.comunedisanfili.it/.
Inutile chiedersi come mai (ad oltre un mese che è in linea nel nuovo indirizzo internet) come mai ancora Google non riconosca tale sito. Io una risposta ce l’avrei… ma tale risposta rischierebbe di mettere in dubbio le capacità di chi ha realizzato le pagine relative (home page in particolare) e quindi  su quale base - al Comune di San Fili - vengono dati determinati incarichi.
Domanda. qualcuno (ovviamente mi riferisco a certi programmatori) ha mai sentito parlare di “meta tag” e di “keyword”? … ovvero di linguaggio html?… io no! … non ne ho sentito parlare ma ho letto qualcosa in merito.
Il nuovo “sito ufficiale” del Comune di San Fili (che - ripeto per chi si forse perso nei righi precedenti - si trova all’indirizzo internet http://www.comunedisanfili.it) lascia un po’ a desiderare… un po’ troppo (anche se i precedente non è che fosse il non plus-ultra su questo fronte) ma comunque c’è e comunque ha due o tre buoni (… diciamo “utili”) collegamenti: 1) la pagina per il calcolo dell’IMU (http://www.riscotel.it/calcoloimu2013/?comune=H841) ma soprattutto 2)  l’albo pretorio online del nostro Comune (http://albosanfili.asmenet.it/)... che consiglio a tutti i sanfilesi di tenere sempre e comunque sotto stretta osservazione. Più volte, negli ultimi cinquanta anni, l’albo pretorio del nostro comune ha sofferto di gradi disturbi alla salute (per non dire alle tasche)… dei cittadini.
Passabili (in alcuni casi ottime oltre che utili) alcune pagine relative a “servizi” ed informazioni. In particolare su PEC (Posta Elettronica Certificata… strano che non esista però quella @postacertificata.gov) e su eventuali contatti.
Qualche imperfezione su dati storici e curiosità su edifici di pregio (punti di interesse?) e sugli eventi e ricorrenze.
Assurdo che nella pagina di “Servizi al Cittadino” cliccando sul link “Associazioni” compaiano solo (tra l’altro di una ho qualche dubbio che sia un’Associazione) due Associazioni: “Associazione Arte e Cultura Pro Centro Storico” e “Istituto Santa Lucia”… non me ne vogliano gli interessati a tali collegamenti… ma dovrebbero essere i primi a sentirsi offesi di tale situazione.
Inutile dire che l’attuale “sito ufficiale” del Comune di San Fili sia tuttora in costruzione… spero.
A proposito: se accedete alla home page (perché di questo si tratta) dell’albo pretorio online del Comune di San Fili (ripeto - per quel qualcuno che continua a perdersi in qualcuna delle precedenti righe -  all’indirizzo http://albosanfili.asmenet.it/) e vi capitasse di guardare il simbolo del Comune di San Fili riportato in alto a sinistra… non preoccupatevi: non è il simbolo del Comune di San Fili… anche se quella pecora in essa riportata… meglio non commentare!
Da non credere: agli inizi del 2014 io ero sicuro che non avrei più rivisto il “sito ufficiale” del Comune di San Fili (attuale indirizzo http://www.comunedisanfili.it)... online.
Ringrazio chi mi ha fatto, all’epoca, presente del contrario. Mi riferisco a due cari amici appartenenti all’attuale opposizione (o minoranza?) consiliare del Comune di San Fili… grazie alla correzione di un mio post su Facebook.
Mi piacerebbe che questi miei cari amici… facessero una tiratina d’orecchie anche al motore di ricerca di Google (o a chi ha architettato il nuovo “sito ufficiale” del Comune di San Fili) facendogli capire che… sulla rete esiste anche il “sito ufficiale” del Comune di San Fili.
*     *     *
… un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
… /pace!

sabato 1 febbraio 2014

SAMUELE MINERVINO: il sanfilese CAMPIONE EUROPEO di MUAY THAI.

Sabato 24 Gennaio scorso si è disputato, presso il palazzetto dello sport di Rogliano, la gara per il titolo europeo prima serie 70 chilogrammi di “muay thay” della federazione Kombat League.
In primo piano: Samuele Minervino.
Ovviamente per chi legge - da sanfilese e non solo - l’apertura di quest’articolo le domande che viene naturale porsi sono tante. Tra queste: 1) cos’è la disciplina sportiva denominata “muay thai”; 2) cosa c’entra San Fili con questa gara e soprattutto con gli incontri tenutisi a Rogliano (stupendo paesino della provincia di Cosenza) giorno 24 Gennaio 2014.
L’unica cosa che i soggetti non addentro alla materia come lo scrivente hanno afferrato subito, infatti, è il fatto che si tratta di un titolo a livello europeo. E ciò c’impone a priori a toglierci il cappello verso il merito e la superiorità. Per il resto vediamo cosa troviamo su internet su tale disciplina sportiva prima e poi rispondiamo anche alla seconda domanda: cosa c’entra San Fili con la gara disputatasi qualche giorno settimana fa all’interno del palazzetto dello sport di Rogliano.
La “muay thai”, nota anche come “thai boxe”, “boxe thailandese” o “pugilato thailandese”, è uno sport da combattimento a contatto pieno che ha le sue origini nella “Mae Mai Muay Thai”, antica tecnica di lotta thailandese.
In primo piano: Samuele Minervino.
La disciplina è nota come "l'arte delle otto armi" o "la scienza degli otto arti" perché consente ai due contendenti che si sfidano di utilizzare combinazioni di pugni, calci, gomitate e ginocchiate, quindi otto parti del corpo utilizzate come punti di contatto, rispetto ai due del pugilato o ai quattro della kickboxing, associate con una intensa preparazione atletica e mentale che fanno la differenza negli scontri a contatto pieno.
Nessuna paura, non sono così bravo in materia: ringrazio gli autori di Wikipedia (l’enci-clopedia libera online) per la soffiata.
E per quanto riguarda la seconda domanda? … per quella - da sanfilese - è più facile trovare una risposta: il vincitore della gara (ai punti) , e quindi attuale campione europeo, è stato il sanfilese  d.o.c. Samuele Minervino, figlio di Barbara Lio e di Bruno Minervino.
Complimenti e grazie di tutto, Samuele, e ricorda: quanto prima dobbiamo parlare: i sanfilesi meritano di saperne di più.
*     *     *
… un caro abbraccio a tutti dal vostro sempre affezionato Pietro Perri.
… /pace!