A chi non ha il coraggio di firmarsi ma non si vergogna di offendere anche a chi non (?) lo merita.

Eventuali commenti a post di questo blog non verranno pubblicati sia se offensivi per l'opinione pubblica e sia se non sottoscritti dai relativi autori. Se non avete il coraggio di firmarvi e quindi di rendervi civilmente rintracciabili... siete pregati di tesorizzate il vostro prezioso tempo in modo più intelligente (se vi sforzate un pochino magari per sbaglio ci riuscirete pure).

mercoledì 1 maggio 2013

C’era una volta a San Fili il… Primo Maggio.

... Dio, quanti ricordi: mi sembra d'aver ormai vissuto oltre un secolo visto, come nel mio piccolo, ho vissuto appieno ciò che mi sono da tempo lasciato alle spalle.
Domanda: come dimenticare, oggi che è il Primo Maggio, il giorno dedicato ai lavoratori negli anni Settanta a San Fili? ... le sfilate (... cortei? ... processioni? ... più processioni che cortei, direi!) lungo corso XX Settembre a San Fili e lungo corso Miniaci alla frazione Bucita? ... come dimenticare le storiche bandiere rosse con ricami in filo dorato del Partito Socialista Italiano (in cui per qualche anno ho ricoperto la carica di Responsabile del Movimento Giovanile locale) e del Partito Comunista Italiano? ... il tutto spesso accompagnato da un convegno o limitato ad una macchina con un megafono che trasmetteva a pieno volume canti della rivolta partigiana e delle guerre dei lavoratori per la conquista dei loro diritti? ... San Fili, ricordiamolo, tanti e tanti anni fa... era anche questo.
*     *     *
… un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
… /pace!

Nessun commento: