A chi non ha il coraggio di firmarsi ma non si vergogna di offendere anche a chi non (?) lo merita.

Eventuali commenti a post di questo blog non verranno pubblicati sia se offensivi per l'opinione pubblica e sia se non sottoscritti dai relativi autori. Se non avete il coraggio di firmarvi e quindi di rendervi civilmente rintracciabili... siete pregati di tesorizzate il vostro prezioso tempo in modo più intelligente (se vi sforzate un pochino magari per sbaglio ci riuscirete pure).
* * *
A decorrere dall'8 settembre 2017 i commenti anonimi sono disabilitati. Mi spiace per la sedicenti Elvira alias Elviro... cari compaesani. Ma ci tengo all'EDUCAZIONE e l'anonimato è tutto tranne che... EDUCAZIONE.
* * *
Ricordo ad ogni buon file l'indirizzo di posta elettronica legata a questo sito/blog: pietroperri@sanfili.net

mercoledì 30 maggio 2012

Notizia flash!


... comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
... è passata a miglior vita la nostra compaesana Esterina Amico in Liguori.
... abitava in Napoli ed aveva 56 anni. 
... ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
... sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace.

martedì 29 maggio 2012

La domenica a San Fili… negli anni ‘50. (da Anonimo).

Non sono abituato a pubblicare roba non firmata, ma in questo caso, tenuto conto dell’importanza storica del materiale e del fatto che non è offensivo per nessuno, ho voluto fare un’eccezione… sicuro che non dispiacerà a nessuno (a partire dall’autore dello scritto che ringrazio vivamente).
Cordialmente… Pietro Perri.
*     *     *
Esimio Pietro,
il tuo recente articolo su San Fili “in vendita” letto su internet (n.d.r.: post del 19 marzo 2012 - articolo pubblicato anche sul “Notiziario Sanfilese” del mese di Marzo 2012), con molta tristezza mi ha riportato indietro nel tempo quando il nostro paese era una realtà ben definita  e non ormai una sempre più anonima periferia di Cosenza. In questo forse Rende  ha contribuito fagocitando tutte le risorse pubbliche e private, e attirando e trattenendo quanto più possibile a sé, per via del potere politico ed economico, che specie nel recente passato, ha potuto esprimere.
Non mi considero una penna, per cui quanto qui di seguito costituisce un mio ricordo traslato su carta, passalo al tuo esperto vaglio e, se lo ritieni opportuno,  fallo rinascere sul tuo foglio. Grazie e auguri.
*     *     *
Caricatura realizzata da Ruggero
Crispini (Rucri').
Quando eravamo poveri, negli anni ’50, di domenica San Fili si vestiva a festa. Molti uomini indossavano il “costume” di velluto nero con all’occhiello un garofano e le donne, rigorosamente con la testa coperta, facevano la loro fuggevole comparsa per recarsi a Messa “al Carmine” o alla “Chiesta Madre”. Per tutta la mattinata il sesso maschile ciondolava fra “San Giuvanni” e ‘Mienzu ‘u Puontu” incontrando e salutando amici e conoscenti. I numerosi barbieri, Oscarinu Cosenza prima e Martino poi, mastro Salvatore Ruffolo,  Noè, Giuvanne Parrinello, Cicciu ‘u barese, lavoravano a pieno ritmo per radere barbe a volte incolte da una settimana. La rasatura  si concludeva con la passata di pietra di allume, liscia, levigata ed astringente; non c’era ancora il dopobarba. I diversi macellai, Tuture e Vittorio ‘e Mecu (Calomeni), Folinu, Franciscu ’e Gaddruzzu (Bruno), aperti anche di domenica, prima dell’avvento delle celle frigorifere vendevano principalmente carne “minuta” (ovini e caprini) e d’inverno anche qualche maiale, lasciando quasi sempre la carne bovina alla “bassa macelleria”, ossia alla macellazione forzata in caso d’infortunio dell’animale.
“Mienzu ‘u Puontu” si vendevano frutta e ortalizie locali nelle classiche sporte intrecciate a mano, mentre nei primi mesi dell’anno comparivano mucchi di cipolline da trapiantare, legate  in grossi mazzi con giunco, mentre  quelle più sviluppate, formate a  mazzetti più piccoli, erano da consumare con  le prime insalate di lattuga. L’odore tipico delle cipolline allora dava il segnale olfattivo dell’arrivo della primavera. In un angolo era sempre presente il carretto delle “nuciddre americane” (arachidi) di Bucita, cotte nel forno di donna Laura Vercillo, e in una scatola di latta a strati, intervallati dalla carta oleata,  vi erano i famosi “pezzetti”, ossia  torroncini di arachidi e miele di fichi, già tagliati, con i diavoletti sopra (pallini di zucchero colorato). Nel suo negozio, “Genoveffa” (Rossiello), sempre presente, mercanteggiava, con le donne venute dalle campagne, quegli scampoli di stoffe che nelle sue mani s’impreziosivano, mentre “Santuzzu” suo marito con arte prendeva le prenotazioni per coprire di stoffa i bottoni dei vestiti delle ragazze.
Nella prima mattinata molti uomini si affrettavano a portare a casa il “fagotto” con la carne appena acquistata riconoscibile dalla carta gialla spessa ed assorbente, usata solo dai macellai. Analoga cosa avveniva sporadicamente per il pesce, in quel caso c’era “U Summichele cu ra trumma a jettare u bannu” (il banditore) per informare dell’eccezionalità il paese.
Un saluto era di prammatica al “compagno” di tessera, ma “liberale” nella vita, Annibale Nigro, che con bei modi attirava i passanti davanti alla sua esposizione  di scarpe Borri Piuma e di stivali in gomma Superga. Aveva avuto l’arguzia, per assicurarsi la clientela, di costituirsi “compare” con tutti i sanfilesi. A “San Guivanni”  c’era invece il calzolaio “Filibertu u surdu” (Cesario) che mostrava le scarpe da lavoro  da lui fatte  con suole di gomma  ricavata da copertoni d’auto, ma cucite rigorosamente a mano. Chi saprebbe ora farle?
I bar “du Bagnaruotu o  Roncia” (Blasi), di Saveriu ‘e Viscigliune” (Sammarco), di Miliuzzu “u Malatu” (Noto),  erano pieni di soli  uomini che consumavano più che altro caffè, o che seduti ai tavoli facevano un tressette “matinée”, in una nuvola di fumo di sigarette, queste nel migliore dei casi marcate Nazionali Esportazione.
“U barune Vincenzo Cangemi” con la pipa in bocca aspettava i clienti per la sua unica nel paese  doccia pubblica, fornita di scaldacqua elettrico da 80 litri, per allora una rarità, mentre i fratelli Speziale, d’estate, distribuivano inviti stampati su cartoncini bianchi de “ Il Riccio”, primo locale notturno forse della Calabria.
Si approfittava del giorno festivo anche per far “ferrare” asini, muli e cavalli dal “Bersagliere” che prendeva le misure degli zoccoli a “caldo” liberando nell’aria la puzza dell’unghia bruciata.
Si santificava la festa con il riposo e con il contatto con i paesani, ancor più fra le 11,30 e le ore 12, ossia fra l’uscita della Messa e l’ora canonica del pranzo, quando nell’aria cominciavano a spargersi gli odori provenienti dalle diverse cucine.
A mezzogiorno puntuali tutti a casa per il pranzo, come d’incanto le vie del paese si svuotavano, di tanto in tanto passava un ritardatario, quasi sempre con una bottiglia di vino in mano, ¾ di vino e una gassosa, proveniente dalle cantine di Giuvanni “e Mecu” (Calomeni) a Chiarieddru, di “Ntonapa”(Peppino Cesario) o di Ramaglio.
Come sembrano o sono lontani quei tempi, come il tempo scorreva a ritmi diversi, quante cose sono cambiate e non sono più recuperabili... (di certo gli anni trascorsi) e non ci resta per alcuni che la memoria.-
*     *     *
Caramente... un tuo debitore anche  morale.
*     *     *
Inutile dire che, da parte mia, ringrazio di cuore l’amico anonimo non solo per le belle parole rivolte verso il sottoscritto e verso l’opera (puro e semplice hobby) del sottoscritto ma anche e soprattutto per il contributo che da tale scritto al recupero della memoria storica della nostra comunità, la stupenda… Comunità Sanfilese.
Un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
… /pace!

domenica 27 maggio 2012

Sigmund Freud e Pietro Perri... by Pietro Perri.

In questi giorni ho letto la raccolta di saggi scritti dall'ebreo Sigmund Freud "L'uomo Mosè e la religione monoteista". Un consiglio per ebrei e cristiani? ... non leggetela! ... potreste avere qualche ripensamento.
*     *     *
Verso la metà di Maggio del 2012 giunto alla cassa della libreria Domus di Cosenza per pagare un libro che avevo appena scelto ("Totem e tabù" di Sigmund Freud) mi sono sentito dire dal semi-anziano cassiere: "Eh, Freud è sempre attuale!". Sul momento non ebbi la risposta giusta sulla lingua... mi ci venne appena oltrepassata la porta d'accesso all'esterno: "Sì, Freud è sempre attuale. E' il mondo che ormai non è più attuale!"
*     *     *
… un caro abbraccio dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
… /pace!

venerdì 25 maggio 2012

Notizia flash!


... comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
... è passato a miglior vita il nostro compaesano Peppino Agostino.
... abitava in Toronto (Canada). 
Non ci risulta l'età.
... ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
... sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace.

Notizia flash!


... comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.

... è passata a miglior vita la nostra compaesana Ida Storino in Marchesani.
... aveva 73 anni.
... ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
... sopra a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace.

martedì 22 maggio 2012

Mary Garret al Teatro Comunale di San Fili mercoledì 30 maggio 2012 ore 16? ... io ci sarò!

... questa notizia, cari Sanfilesi doc (residenti e sparsi per il mondo), non posso fare proprio a meno di darvela: mercoledì 30 maggio alle ore 16 la nostra illustre concittadina (mia carissima amica) Mary Garret (all'anagrafe Mariafrancesca Garritano, figlia dell'indimenticata Manola Calomeni) sarà con noi a San Fili graditissima ospite (in un convegno) nel nostro storico Teatro Comunale. Io... ci sarò!
… che stupendo il termine “ospite” (che mette al pari l’ospitato e l’ospitante, entrambi padroni di casa) malgrado sempre più dimenticato.
*     *     *
… un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro (anche se ultimamente un po’ assente… troppo impegnato con l’omonima pagina su Facebook)  affezionato Pietro Perri.
… /pace.

mercoledì 16 maggio 2012

Anche questo mese (Maggio 2012) siamo riusciti, noi dell'Associazione culturale "Universitas Sancti Felicis", a realizzare il nostro bollettino.


... proprio così, anche questo mese (Maggio 2012) noi dell'Associazione culturale "Universitas Sancti Felicis" di San Fili (ovvero l'Associazione dei Sanfilesi nel Mondo), siamo riusciti a realizzare il nostro bollettino mensile, il... "Notiziario Sanfilese".
Otto pagine di storia, cultura ed attualità relative alla stupenda cittadina di San Fili e all'altrettanto stupenda comunità da essa ospitata.
Chi volesse ricevere il nostro Notiziario non ha che da diventare socio (anche non effettivo ma semplicemente simpatizzante) dalla nostra Associazione. Si può diventare soci partendo da un contributo di appena 5,00 (cinque) euro, a seconda se si vuole essere soci simpatizzanti (5,00 euro), soci ordinari (15,00 euro) e soci onorari (da 15,00 euro in su).
Per ritornare al "Notiziario Sanfilese" di questo mese (di cui viene riprodotto il frontespizio a sinistra), comunque, riporto di seguito l'indice delle pagine:
*     *     *
Pag. 1
- San Fili oggi. Di Nuccia Giglio-Carlise.
- Il proverbio del mese: a strada longa rumpe u carru.
Pag. 2
- La domenica a San Fili… negli annni ’50. Articolo non firmato pervenuto sabato 14 Aprile 2012 tramite posta elettronica.
Pag. 3
- Il colpo di grazia agli storici e da sempre invidiatici castagneti di San Fili. By Pietro Perri.
Pag. 4
- Ellis Island… l’isola del dubbio (2). Note di un viaggio… di Antonio Ingribelli.
Pag. 5
- Elvira Lepore da Firenze. Tramite messaggio di posta elettronica datato 5 Maggio 2012.
- Comunicazione ai soci.
- Ci hanno lasciato.
Pag. 6
- Il nonno racconta… ritrovarsi assieme. Di Oscar Bruno.
Pag. 7
- … attientu, ca ddra aju vistu u Mommarutu! Di Pietro Perri.
Pag. 8
- A Santu Fili. Di Pietro Aloise.
- Nota alla poesia “A Santu Fili” di Pietro Aloise.
- I membri dell’Associazione culturale “Universitas Sancti Felicis” e costo tessera e contributi 2012.
*     *     *
... un cordiale affettuoso abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

domenica 13 maggio 2012

La più bella canzone che si potrebbe dedicare alle donne... anche e non solo mamme.


Questa canzone la dedico a tutte le mamme del mondo (ovviamente degne di tale appellativo, e so che sotto sotto lo siete tutte)... incluso a mia madre. Alle madri che hanno conosciuto e "vissuto" i loro figli ed alle madri che hai propri figli non li conosceranno mai... questa canzone la dedico alle donne perché sono nate anche e sopratutto per essere madri del mondo. Non per altro una tra le prime e forse più importanti espressioni del divino creato dall'uomo era proprio la "Dea Madre". Questa canzone la dedico a te, donna e madre, che leggi questo mio post. Non prendertela comunque a male se non scrivo e quindi non ti dico "auguri". Oggi l'unica parola che mi va di dirti e scriverti infatti è solo... GRAZIE!
*     *     *
… un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
… /pace!


domenica 6 maggio 2012

Notizia flash!

... comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
... è passata a miglior vita (nel mese di Aprile)  la nostra compaesana Maria Natoli vedova Lepore.
... aveva 96 anni ed abitava a Firenze.
... ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
... a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace.

sabato 5 maggio 2012

Aforismi & C. by Pietro Perri (parte tredicesima).


Scrivendo quasi quotidianamente su Facebook con una certa regolarità immetto nello spazio relativo al "cosa stai pensando" alcune stupide e/o intelligenti intuizioni (aforismi?) che, mi sono detto, perché non li pubblico anche su questo (il mio) blog?
L'idea, ovviamente, non è detto che debba per forza piacere a tutti e quindi essere condivisa… da tutti.
Io… la condivido.
*     *     *
01 Aprile 2012.
‎... oggi è la domenica delle palme. La domenica delle palme è una delle poche ricorrenze (forse l'unica) - almeno credo - che non si sovrappongono (per annullarle) a ricorrenze pagane (brutta parola inventata dai cristiani per differenziarsi, goffamente quando non crudelmente, dalla concorrenza). Le domenica delle palme mi ricorda anche un modo di dire di tanti anni fa. Quando a qualcuno gliele suonavano di "santa" (in questa giornata è proprio il caso di dirlo) ragione non raramente si diceva a costui: "T'ànnu carricatu a parma?”
.^.
02 Aprile 2012.
Qualche giorno fa mi è stata regalata (dall'autore) una copia del libro "Antologia Poetica / 1988 - 2007 / Passato Presente Futuro" di Pietro Aloise (un carissimo amico originario della frazione Bucita di San Fili e residente a Roma). La cosa non posso negare che mi ha fatto alquanto piacere... specie quando ho visto che tra i ringraziamenti espressi dall'autore compare anche il mio nome. E pensare che tra quanti hanno fatto le prefazioni alle raccolte di poesia del bravissimo Pietro Aloise compare anche la firma del grande Lucio Dalla.
.^.
03 Aprile 2012.
‎"Possiedo una certa ambizione, ma quel tanto che basta per partecipare alle cose della vita senza farmi prendere dalle angosce". Stupenda quest'affermazione di Montesquieu (Charles-Louis de Secondat barone di Montesquieu / 1689 - 1755). L'ho trovata riportata nella "Storia della filosofia moderna - da Cartesio a Kant" di Luciano De Crescenzo. La vita senza il condimento d'una "giusta" dose di ambizione positiva... effettivamente cessa (se non è cessata) ancor prima d'iniziare.
.^.
03 Aprile 2012.
"Di scimmie ne ho viste moltissime: alcune meno pelose dell'uomo ed altre con il corpo eretto in grado di camminare su due gambe a testa alta. Ebbene, se non fosse per il linguaggio, potrei dire che non esistono differenze significative tra le specie degli uomini e quelle delle scimmie". Carlo Linneo (1707 - 1778) ovvero Carl von Linné nella "Storia della filosofia moderna - da Cartesio a Kant" di Luciano De Crescenzo. Simpatico il fatto che pone la differenza tra l'Uomo e la Scimmia solo su un problema di linguaggio e non di... intelligenza. Anche se, a pensarci bene, se rifletto su alcune mie conoscenze...
.^.
05 Aprile 2012.
‎... Bossi si è dimesso da segretario della Lega? ... ha finito la sua scorta di viagra? ... Roma ladrona, Milano pappona! ... forse sarebbe ora che il Sud riprendesse il ruolo che gli è stato dato da Dio in persona: rimoralizzare l'intera Italia. Continuano ad additarci come camorristi, mafiosi e 'ndrangettisti nascondendo a tutti che i camorristi, i mafiosi e gli 'ndrangettisti non sono altro che i manutengoli gestiti da da quattro cafoni Centromeridionalisti per sottomettere e tenere sottomesso un popolo (quello della Magna Grecia) che tanto ha dato e tanto potrebbe dare al resto d'Europa in idee innovative, cultura e sopratutto sviluppo economico.
.^.
05 Aprile 2012.
‎... streghe, magare, spirdi, esseri più o meno malvagi, monachieddri, fantasmi... e se a San Fili ci fossero stati (qualcuno dice che ci siano ancora) anche i lupi mannari? ... ci sono stati, ci sono stati. Si racconta di un lupo mannaro (un uomo che nelle notti di luna piena prendeva le sembianze di una bestia mezzo uomo e mezzo lupo) che diceva alla famiglia nei suoi periodi critici: "Se questa notte sentite ululare e graffiare alla porta... non aprite, anche se dovreste riconoscere la mia voce!". U lupu mannaru santufilise era pericolosamente in agguato.
.^.
06 Aprile 2012.
‎... Bossi oggi impreca contro "Roma farabutta e padrona"... non più "Roma ladrona". Che buffo... si può dire che col tempo stia migliorando e si stia avvicinando a quando da oltre un secolo e mezzo abbiamo pensato e detto noi meridionalisti convinti. Peccato che il commento che ci accomuna, noi meridionalisti convinti a quel "porco" (a questo punto una libera scurrilità padana me la si permetta anche a me) di Bossi, abbia natura completamente diversa, visto tra l'altro le cronache di questi giorni: noi fregati dalla nascita (dai mafiosi, dai politici, dai caporali di decurtisiana memoria, dagli invasori del nord, dai...) e lui fregato solo oggi da qualche PM onesto e lungimirante.
.^.
06 Aprile 2012.
‎... Monti un tecnico? ... si, tecnico riparatore TV o al massimo idraulico di quart'ordine. Peccato che agli italiani in questo periodo serviva ben altro che un... professionista del genere (ossia un esperto in tubi catalitici ed idraulici). Anche il WSJ se n'é accorto... tranne gli Italiani. Gli Italiani se ne renderanno conto quando si accorgeranno che l'euro (quello in mano alla gente comune), grazie anche e sopratutto al grande Monti... varrà meno della carta su cui è stampato.
.^.
07 Aprile 2012.
Ci sono termini (parole) il cui significato spesso e volentieri è diverso da quello che noi crediamo (perché nessuno ce l'ha spiegato o ce l'ha spiegato, volutamente o non volutamente male). Il termine (parola) "santo" ad esempio... quanti di noi sanno veramente cosa significa? ... forse "giusto"? ... forse "al di là della normale e quindi umana comprensione"? ... dipende dai punti di vista. Il termine "santo" dovrebbe significare (e per alcuni "significa") "scelto da Dio". Peccato però che nove volte su dieci più che sceglierlo Dio a sceglierlo... ci sono degli uomini con più difetti di una massa considerata nel suo complesso. Santo? ... sancito, prescritto dalla legge.
.^.
07 Aprile 2012.
‎"Secondo lei un uomo senza lavoro, che ha fame, che vive nella miseria, che è umiliato perché non può mantenere i propri figli... questo per lei è un uomo libero? No, che non lo è. Sarà libero di imprecare, ma questa non è la libertà che intendo io. La libertà senza giustizia sociale è una conquista vana." (Sandro Pertini).
*     *     *
... una volta c'era il Partito Socialista e c'erano i Socialisti. Oggi... ci sono tanti soggetti in circolazione tranne il Partito Socialista ed i Socialisti. Oggi vogliono farci credere che le ideologie sono finite, defunte... per sempre. Un mondo senza ideologie può essere abitato solo da bestie che pascolano un branco di pecore. Non posso che auspicare una riscoperta delle ideologie (che cesseranno solo quando l'ultimo essere con le parvenze umane avrà cessato di calpestare il suolo terrestre o quando allo stesso sarà negata definitivamente la possibilità di ragionare) per sperare in un risveglio dell'Uomo.
.^.
07 Aprile 2012.
‎... ieri (venerdì santo? ... venerdì tragico!) è stato commesso un gravissimo omicidio: hanno ucciso Cristo, il Figlio di Dio! ... sono circa 2000 anni che i sacerdoti del tempio all'unanimità decidono di sopprimere il Figlio di Dio con cadenza a dir poco annuale (settimana prima, settimana dopo) e ancora nessuno ha deciso si porre fine a questa assurda mattanza. Ieri è stato commesso un gravissimo omicidio... e non solo ieri. Nella terra del Figlio di Dio e nei paesi confinanti con la terra del figlio di Dio (Siria, Palestina...) ... tutti i giorni viene ucciso (per crocefissione?) un Figlio di Dio.
.^.
07 Aprile 2012.
Giorgio Napolitano: "(...) chi immagina di poter cavalcare la piazza deve fare un passo indietro perché le protese che escono dal solco della legalità in un Paese democratico non potrebbero essere tollerate". Non so perché ma questa frase... più che un ammonimento mi sembra una minaccia. E tale cosa mi fa pensare che l'Italia è tutt'altro che un Paese democratico. Che nelle vene del nostro esimio Presidente stiano prendendo la meglio i globuli rossi di staliniana memoria? ... dopotutto lui (anzi... Lui) è un ex PCI... ed il PCI è il partito che per oltre 40 anni ha contestato, non sempre legittimamente, nelle piazze!
.^.
07 Aprile 2012.
‎... non so perché ma quattro o cinque giorni addietro incontrando un agnello... al mio cordiale saluto questi mi ha risposto in modo per niente civile ed educato. Eppure io gli avevo semplicemente detto: "Sunn'avissimu de vide... Buona Pasqua!". In effetti il perché m’avesse mandato a "La Russa" (ovvero "a fanc**lo") l'ho capito solo stamane (vigilia di Pasqua) passando davanti al banco carni di un supermercato della zona. In uno spaccato d'agnello ho riconosciuto senza ombra di dubbio il mio interlocutore di quattro o cinque giorni addietro.
.^.
07 Aprile 2012.
‎"Eminenza (...) anche se Voi ci accordaste un vescovo, anche se Voi ci accordaste una certa autonomia rispetto ai vescovi, anche se Voi ci accordaste (...) di continuare i seminari della Fraternità (...) noi non possiamo collaborare, e impossibile (...) perché lavoriamo in due direzioni diametralmente opposte: Voi lavorate alla decristianizzazione della società, della persona umana e della Chiesa e noi invece lavoriamo alla cristianizzazione". Monsignor Marcel Lefebvre rivolgendosi, nel 1988, all'allora cardinale Ratzinger.
*     *     *
... a proposito, chissà che fine ha fatto monsignor... Mi(s)ling(u)o.
.^.
07 Aprile 2012.
‎... esco, perché altro non so fare! ... esco, forse il mondo ha bisogno di me! ... esco e se sto attento... chiuderò la porta alle mie spalle. Esco, pensando che domani sarà un giorno nuovo... anche se non dovessi rientrare, anche se non dovesse esserci più un giorno nuovo. Esco... esco!
.^.
07 Aprile 2012.
‎"Non c'è sabato santo al mondo che il cerchio della luna non sia tondo / Nun veni sabatu santu, si la luna nun è in quintadecima." Modi di dire (proverbi) ripresi dalla "Bibbia dei poveri" ovvero dalla saggezza popolare. Il secondo (quello non in italiano per chi conosce l'italiano) è in dialetto siciliano.
.^.
08 Aprile 2012.
Malgrado io non creda nella pasqua (passaggio) dei cristiani né tanto meno nella pasqua (passaggio) degli ebrei... auguro a tutti una Buona e santa (?) Pasqua. E, perché no?, auguro di passare a tutti i Pasquale un felice onomastico così come auguro a tutti i nati l'8 aprile un favoloso compleanno. Personalmente non credo che Cristo sia il figlio unigenito di Dio ma solo un figlio di dio come lo siamo tutti (... anche se alcuni di noi sono... figli di un dio minore). Ammetto comunque che Cristo (se è umanamente esistito così come raccontano in tanti) ha comunque lasciato in eredità a quanti sono venuti dopo di lui un messaggio universalmente condivisibile sia dal punto di vista spaziale che dal punto di vista temporale. Buona Pasqua a tutti... by Pietro Perri.
.^.
08 Aprile 2012.
‎... oggi è l'unico giorno dell'anno in cui a tutti (ovviamente se se lo possono permettere economicamente... ricordiamoci anche di chi sta peggio di noi almeno in questa giornata) è permesso di rompere le uova... purché non siano le uova del proprio vicino di casa, del proprio familiare (di sangue o acquisito), del proprio collega di lavoro... Ricordate, anche se oggi vi è concesso di rompere le uova: che siano le vostre e che possibilmente siano di cioccolata. Personalmente ho acquistato due uova della Perugina. Arrivando a casa... mi sono troppo tardi reso conto che erano già rotte. Non so se me l'ero rotte da solo mettendoci sopra dell'altra "spesa" o se a rompermele ci aveva pensato a priori il produttore o qualche altro consumatore... un lavoro in meno! Buona Pasqua a tutti... by Pietro Perri!
.^.
09 Aprile 2012.
...in Italia lo chiamano Pasquetta (... pasqua dell'Angelo, ovvero il giorno successivo alla Pasqua). A San Fili (e sicuramente non solo a San Fili) lo chiamano invece "pascune" (pronuncia "pasc-kune"), termine che ha il sapore di qualcosa poco legato alla religione e tantissimo allo stomaco. Sarà per il fatto che San Fili ricade nel territorio di ciò che fu la "magna" Grecia e non nella sfera d'influenza di ciò che era lo Stato Pontificio? ... ad ogni buon conto il giorno dopo Pasqua prende il nome di pasqua o lunedì dell'Angelo dal fatto che in questo giorno si ricorda l'incontro dell'angelo con le donne giunte al sepolcro. A tutti è rivolto, da tradizionalista sanfilese, il mio augurio di una buona e salutare... "pascune"!
.^.
10 Aprile 2012.
Renzo Bossi si dimette: "Ritorno tra i ranghi per evitare che a pagare sia mio padre!". Bella la dichiarazione del Trota nazionale: "Ritorno tra i ranghi per evitare che a pagare sia mio padre!". Peccato che tutto, così come diceva il grande Albert (... Einstein? ... o Lupo?), è relativo. Secondo il Trota nazionale infatti a pagare è suo padre, secondo lo scrivente... ad aver pagato ed a continuare a pagare è il Popolo Italiano. "To be or not to be, that is the problem" (traduzione: "Tubi o non tubi, questa è l'idraulica... del lato b degli Italiani")
.^.
14 Aprile 2012.
‎"Adoro i partiti politici: sono l'unico luogo rimasto dove la gente non parla di politica". Che bella questa frase scritta da Oscar Wilde tanto e tanto tempo fa. Sembra scritta oggi e sembra riferita agli attuali partiti (... ma sono veramente Partiti quelli italiani, o semplicemente non sono mai arrivati?) politici italiani... eppure Oscar Wilde è passato a miglior vita (conoscendolo come scrittore e conoscendo ciò che si dice sulla sua vita... proprio miglior vita non direi) il 30 novembre 1900. Comunque... grande Oscar (profetico telegattone d'altri tempi).
.^.
16 Aprile 2012.
‎... sarebbe bello sapere quando l'Agenzia delle Entrate e la Guardia della Finanza si ‎... che buffo: nel dialetto calabrese ("casalino-apriglianese" - ovvero il dialetto colto della città di Cosenza... parlato anche nella vicina Santu Fili) il termine italiano "governo" oltre che con il termine "guviernu" si traduce anche con il termine "cuviernu". Ho la vaga impressione che i nostri vecchi conoscevano benissimo i propri amministratori locali e nazionali. Sapevano benissimo infatti che con i propri sudori... i disonesti si "cuvernavanu" (leggasi "mettevano all'ingrasso") benissimo.
.^.
16 Aprile 2012.
Umberto Bossi: "... la Lega ce l'ha duro! ... Roma ladrona!". Commentare credo sia inutile. Handicappati e disonesti si nasce e lui, a sentirla dire dal principe Antonio De Curtis (alias Totò), ... lo nacque. Perché... cca nisciunu è fessu, tranne chiri miarli de povari padani chi avianu cridutu a certi puorci c'avianu 'ngignatu a caminare supra due zampe! ... qualcuno di voi ha letto "La fattoria degli animali" di George Orwel? ... l'esperienza della Lega Nord mi sembra proprio la trasposizione nella realtà di tale favoletta... per niente frutto della fantasia.
.^.
16 Aprile 2012.
St'Asini, ste Bestie e sti Ciucci (l’A-B-C dell’attuale politica italiana) si preoccupano del rischio di cancellare i finanziamenti ai partiti dopo che loro non si sono preoccupati di cancellare non solo lo stato sociale ma il futuro stesso degli italiani. Inizio ad avere il dubbio che gli ammanchi non siano avvenuti solo nella Margherita e nella Lega Nord bensì in tutti i partiti presenti e purtroppo operanti nel nostro ex Bel Paese (... un Bel Paese finito giusto come il formaggio degli omonimi formaggini... fuso!). Un appello di cuore a questo punto alla Guardia di Finanza: controllate per piacere i bilanci anche dei partiti italiani... onesti!
.^.
18 Aprile 2012.
‎... più passa il tempo e più mi rendo conto che nella mia infanzia sono stato tremendamente... psicologicamente violentato. Potevano parlarmi (raccontarmi) di fate, di cavalieri erranti, di ranocchi in grado di tramutarsi in principi azzurri, di candidi anatroccoli destinati a diventare prima o poi bellissimi cigni, di... e invece no! ... la mia infanzia? ... tutta costellata di spettri, di fantasmi, di orrendi esseri sovrannaturali, di lupi mannari, di streghe, di vampiri, di briganti che scannavano i viandanti e magari dalla carne ricavata dai loro corpi rifornivano le trattorie del luogo, di monachicchi dispettusi, di uomini neri, di demoni, di... Mommaruti. E che diamine!
.^.
18 Aprile 2012.
‎... sono sempre stato un europeista convinto... ma certamente non era questa l'Europa che avevo in mente. L'Europa che avevo in mente era una unione di Stati che prendesse il meglio di ciascun Stato membro al fine di realizzare un vero e proprio paradiso terrestre dove tutti gli abitanti si sentissero degli Adamo ed Eva ovvero una parte integrante ed importante dell'ambiente geografico, sociale e culturale con cui gli stessi avrebbero interagito. Evitare il destino della Grecia? ... si può! ... basta mandare immediatamente a quel paese questa merda di Europa cui abbiamo dato così poca forma e zero sostanza.
.^.
19 Aprile 2012.
‎... mi hanno sempre detto (in particolare i miei anziani genitori... mio padre è passato a miglior vita - ha avuto la fortuna di non venire a conoscenza della terrena esistenza di Mariotto Monti - nel settembre del 2003) che "i sordi fannu sordi e i piducchi fannu piducchi". Miracolo: il Governo magistralmente guidato da san Mariotto Monti sta riuscendo a fare... piducchi dai sordi! Quindi, grazie a san Mariotto Monti anche il famoso detto è stato messo in discussione. E pensare che millenni di storia contadina non erano riusciti in tale miracolo. Adesso aspettiamo solo un altro santo in grado di fare... sordi dai piducchi. Ma dubito ce ne siano attualmente in circolazione di tanto bravi e vicini al... Primario (alias Dio, per fare il verso ad una nota pubblicità in cui recitavano Bonolis ed il suo fido Laurenti).
.^.
21 Aprile 2012.
‎... non mi piace Beppe Grillo ma mi piacciono decisamente meno i politici tradizionali e sopratutto il governo diretto dal prof. Mariotto Monti. E poi chissà, magari Beppe Grillo ha pure ragione... visto i risultati dei tecnici. A proposito: dicono che Beppe Grillo rappresenti l'antipolitica. Permettetemi di pormi (non "di porvi") comunque una domanda: ma un "governo di tecnici" è un "governo politico" o un "governo antipolitico" che ha preso il potere sulle ceneri di un fallimento della politica? ... "to be or not to be, that is the problem" (traduzione: "tubi o non tubi, questo è il sistema idraulico" ... ossia il fondo schiena degli italiani).
.^.
.^.
22 Aprile 2012.
Mariotto Monti: "... grazie al rigore l'Italia ritroverà la crescita!". Sarà... ma io non sapevo ancora che erano già finiti i tempi supplementari e che in Italia fossimo già ai rigori. Mi sa che siamo messi veramente male! ... noi... e non soggetti come Mariotto Monti che sul baratro della catastrofe malgrado il loro reddito mensile hanno la sfacciataggine (... disonestà morale ed intellettuale? ... e non solo) di farsi nominare senatori a vita da re Giorgio "Franceschiello" Napoletano.
.^.
22 Aprile 2012.
"Quando vennero per gli ebrei e i neri, distolsi gli occhi / Quando vennero per gli scrittori e i pensatori e i radicali e i dimostranti, distolsi gli occhi / Quando vennero per gli omosessuali, per le minoranze, gli utopisti, i ballerini, distolsi gli occhi / E poi quando vennero per me mi voltai e mi guardai intorno, non era rimasto più nessuno...", adoro questi versi di Martin Niemoller.
.^.
22 Aprile 2012.
… chissà se avessimo bloccato il lento treno nella piccola stazioncina di San Fili in quel lontano mese di Aprile o Maggio 1987. Chissà se la storia di San Fili a quest'ora sarebbe stata un po' diversa. Non l'abbiamo fatto. Persino io, all'epoca, vedevo (consideravo) la littorina che collegava Paola con Cosenza come un qualcosa di ormai sorpassato... troppo lento nei confronti del tempo che si prospettava ai nostri occhi. Troppo lento? ... ma almeno c'era, altro che oggi che per raggiungere Cosenza da San Fili alcuni giorni siamo quasi costretti a farcela a piedi o in groppa a qualche asinello. RIVOGLIAMO IL NOSTRO LENTISSIMO TRENO! … e soprattutto la poesia che si respirava in quell’unico ambiente a volte stile Far West.
.^.
24 Aprile 2012.
‎... il 24 aprile del 1880 (ossia 132 anni addietro) passava a miglior vita Otto Fredrik Gideon Sundbäck. In tanti diranno... e chin'è? ... è colui che ha fatto in modo che tutti, nel mondo civilizzato ed anche in quello non del tutto civilizzato, avessimo a che fare con una sua strepitosa rivoluzione (d'una precedente scoperta o invenzione che dir si voglia): la chiusura a lampo. Senza di lui e della sua capacità tecnica a quest'ora forse combatteremmo ancora con una serie di bottoni sul davanti dei nostri pantaloni a proteggere quel che gli uomini abbiamo di più caro... il nostro simbolo per eccellenza. Ma anche per quanto riguarda le donne... meglio se taglio: ... potrei essere censurato!
.^.
26 Aprile 2012.
Demagogia? ... sarà! ... ma ai fatti ed alle azioni concrete proposte in questi ultimi tempi dai partiti ma sopratutto dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napoletano e dal suo vice di fatto (almeno nello scodinzolare alla Merkel) e sicuramente successore al trono Mariotto Monti... preferisco la demagogia di Grillo e company. Magari non saranno politici, magari non saranno seri, magari saranno dei semplici potenziali clown... ma stanno tra la gente e stando tra la gente conoscono i problemi della gente. Domanda: voterò alle prossime elezioni al movimento di Grillo? ... risposta: bisogna vedere prima se ci saranno in Italia... prossime elezioni!
.^.
28 Aprile 2012.
Si stava miagliu quannu si stava piaju? ... secondo me... no! ... ma sicuramente c'era nei decenni in cui l'hanno fatta da padrone i nostri anziani genitori c'era comunque tanta voglia di fare in più, tanta voglia di confrontarsi con gli altri e sopratutto tanta speranza verso un futuro che mai si sarebbe pensato fosse quello che oggi, noi figli degli anziani genitori, stiamo vivendo. E non invidio le future generazioni. By Pietro Perri!
.^.
28 Aprile 2012.
‎"Cogito ergo sum" ("dubito" e non penso, "quindi sono"). René Descartes alias Cartesio. Ci sono in tanti che si vantano d'essere "uomini del dubbio" eppure, dimenticando che per essere tali bisogna avere almeno due possibili risposte in tasca (quella che gli viene propinata e la loro), impongono agli altri la propria intollerante certezza. Questi non sono uomini del dubbio ma... semplici scimmie incapaci di pensare e ragionare con la propria testa. La loro risposta, infatti, è quella che gli ha inculcato qualcun altro cinque minuti prima!
.^.
29 Aprile 2012.
... invece di licenziare Bossi e famiglia (ovvero il marciume) nella Lega si sprecano a licenziare gli autisti di Bossi e famiglia (ovvero chi il marciume l'ha fatto uscire dal sommerso). D'una cosa dobbiamo comunque essere grati noi Italiani alla Lega Nord... ci ha definitivamente fatto capire in che situazione di merda è finita la partitocrazia italiana. Aspettiamo trepidanti e speranzosi anche i licenziamenti degli autisti di Berlusconi, Bersani, Fini, Casini, Napolitano, Monti, Fornero, Alfano, Di Pietro, Rutelli... familiari e company. Sono sicuro che se sono onesti... non ci vorrà molto. Oltretutto cambiare il nome ai partiti serve anche a far sparire (p quantomeno correggere) i bilanci dei partiti con precedenti denominazioni.
.^.
29 Aprile 2012.
Dopo l'ultima sparata di Pie Luigi Bersani (l'incompresa marionetta)... mi è difficile riuscire a capire chi sia il barzellettiere della politica italiana: lui o... Beppe Grillo? ... pensate un po', ha avuto il coraggio di dire "Elezioni anticipate? Non voglio vincere sulle macerie del paese". Ahahahahahahaha e pure ahaha! ... ma si è reso conto i casperino (credo conosciate tutti "Casper" il simpatico fantasma) della politica italiana che ormai il suo partito (... il PD, chi? ... cosa?), grazie anche e sopratutto alla sua disastrosa strategia, è sparito e che se lui si presenta come premier non prenderà sicuramente neanche il voto della moglie e dei figli?
.^.
29 Aprile 2012.
Vi siete mai chiesi come nascono i termini "Destra" e "Sinistra" in politica? ... se non lo sapete e vorreste saperlo... ve lo dico io. a priori sappiate che non si tratta di un discorso fisico (tipo che i capitalisti ragionino con la parte destra del cervello ed i lavoratori con la parte sinistra), ideologico o legato alla tradizione religiosa (tipo che il ladrone crocifisso alla destra di Cristo era un benestante e quello crocifisso alla sinistra un povero morto - o vivo ancora per poco - di fame). Niente di tutto questo, solo una combinazione di attribuzione di sedie capitate ai componenti dei tre classi sociali convocate in Francia all'alba della Rivoluzione Francese nella conferenza degli Stati Generali: a destra sedettero i monarchici (quindi i filo-benestanti) ed a sinistra i rivoluzionari (i filo-popolo). Sembra che oggi i nostri parlamentari abbiano compreso benissimo tale concetto... visto come passano da destra a sinistra senza nessun pudore verso chi li ha eletti. Dopotutto... è solo un problema di collocazione di sedie.
.^.
30 Aprile 2012.
‎... Beppe Grillo: "La Mafia è meglio dei Partiti". Ed i maggiori leaders degli attuali Partiti italiani e strenui difensori di questo sistema socioeconomico da tempo andato a "ricchioni" (... non ho capito perché prendersela sempre e solo con le "puttane") più che giustamente si sono incazzati. Ed hanno ragione da vendere (... magari si potesse vendere la ragione di questi soggetti fuori da ogni logica e da ogni tempo), dopotutto... chi è più mafioso di loro?
*     *     *
… un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
… /pace!