A chi non ha il coraggio di firmarsi ma non si vergogna di offendere anche a chi non (?) lo merita.

Eventuali commenti a post di questo blog non verranno pubblicati sia se offensivi per l'opinione pubblica e sia se non sottoscritti dai relativi autori. Se non avete il coraggio di firmarvi e quindi di rendervi civilmente rintracciabili... siete pregati di tesorizzate il vostro prezioso tempo in modo più intelligente (se vi sforzate un pochino magari per sbaglio ci riuscirete pure).
* * *
A decorrere dall'8 settembre 2017 i commenti anonimi sono disabilitati. Mi spiace per la sedicenti Elvira alias Elviro... cari compaesani. Ma ci tengo all'EDUCAZIONE e l'anonimato è tutto tranne che... EDUCAZIONE.
* * *
Ricordo ad ogni buon file l'indirizzo di posta elettronica legata a questo sito/blog: pietroperri@sanfili.net

domenica 26 giugno 2011

Amministrative 2010 un anno dopo: chi voteresti oggi come sindaco di San Fili? ... i risultati del sondaggio.

Il 31 maggio 2011, dopo circa due mesi, si è concluso, sulle pagine di questo blog un sondaggio avente quale base il seguente quesito.
*     *     *
Amministrative 2010 un anno dopo: chi voteresti oggi come sindaco di San Fili?
*     *     *
Inutile dire che:
  1. chi scrive, oltretutto avendo fatto parte della lista vincente (ovvero quella capitanata dal dott. Ottorino Zuccarelli, Sindaco in carica) onestamente continua a non vedere, e questa è la cosa peggiore dell’intera vicenda e del dramma che oggi sta vivendo il nostro paesino, alternative valide nella scelta (fatta il 28 ed il 29 marzo 2010) della popolazione Sanfilese;
  2. il risultato del sondaggio, malgrado sia significativo e/o quantomeno indicativo, comunque non ha valenza scientifica in quanto non viene fatto proponendo il quesito ad un determinato campione di soggetti ma è aperto a tutti e non è detto che tutti coloro che rispondono siano Sanfilesi e tra loro siano tutti “aventi diritto al voto”. In pratica… ha la stessa valenza delle primarie fatte dal PD (Partito Democratico) in Calabria. Oltretutto non è detto che un singolo soggetto, da computer diversi, abbia dato più voti personali favorendo l’uno o l’altro nominativo.

Tutto ciò non toglie comunque il fatto che il sondaggio comunque è stato fatto e comunque vi siano dei risultati da riportare (con doveroso commento) su un post di questo blog… proprio come sto facendo in questo momento.
*     *     *
Innanzitutto, detto quanto sopra, non posso fare a meno di ringraziare i 461 votanti… non sono pochi… circa il 25% dei voti che sono stati espressi il 28 ed il 29 marzo 2010 nelle urne opportunamente organizzate a San Fili.

OPZIONE VOTO
VOTI
PERC.
CARBOTTI Giovanni
6
1%
CRISPINI Enrico
23
4%
ONOFRIO Sante
284
61%
ZUCCARELLI Ottorino
138
29%
Scheda bianca
3
0%
Scheda nulla
1
0%
E se andassi al mare?
6
1%


… ha vinto questo sondaggio, con il 61% dei voti ottenuti, l’architetto Sante Onofrio.
Da notare: l’architetto Sante Onofrio ha preso, in tale sondaggio, un voto in più di quanti ottenuti, nelle succitate elezioni, dalla propria lista.
Decisamente fallimentari le altre opzioni offerte dal sondaggio e, diciamo la verità, in particolare quella del dott. Giovanni Carbotti (ultimo arrivato anche nel sondaggio, proposto qualche mese addietro, su chi fosse stato il miglior sindaco degli ultimi quaranta anni a San Fili).
*     *     *
Quanto prima? … nuovi sondaggi su questo blog. Se qualcuno dei miei affezionati (anche avversari) lettori ha qualche proposta in merito… la faccia adesso o taccia per sempre.
Ovviamente chiedo scusa fin da adesso ai diretti interessati… è solo un innocente (?) gioco.
*     *     *
… un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
… /pace!

Notizia flash!

... comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
... è passata a miglior vita la nostra compaesana Ida Carnevale.
... aveva 84 anni.
... ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
... a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace.

mercoledì 22 giugno 2011

San Fili: quando le scritte murarie raccontano la storia d'una comunità... venti anni dopo (2).


Corso XX Settembre a San Fili è sempre, per quanto riguarda le scritte murarie e similari, un libro aperto… decisamente free (n.d’a.: gratis).
Come tutte o quasi le cose free ovviamente lascia tanto a desiderare sia nella qualità dei materiali utilizzati per tale pubblicazione e sia nella qualità dei contenuti letterari.
Se durante il periodo fascista si scriveva solo sui muri e possibilmente sulle facciate delle abitazioni più importanti e soprattutto più in vista del paese… oggi si scrive su tutto ciò che da’ la possibilità ai grafomani murali sanfilesi… di scriverci sopra.
Alla faccia della decenza urbana si scrive (e non solo si scrive… per gli analfabeti si disegna pure… e non vi dico cosa si disegna) sulle panchine, sui tronchi degli alberi (alla faccia degli ambientalisti e di quanti continuano a denunciare, si fa per dire, il degrado in cui è caduto il nostro paesino), sui pali dei lampioni della luce pubblica, sull’asfalto stradale e chi più ne ha più ne metta.
Si scrive utilizzando bombolette di vernice, taglierini o semplici pennarelli indelebili. Si scrive in modalità monocromatica e, anche su questo fronte i grafomani (imbrattatori?) locali si sono evoluti, persino in modalità policromatica.
Le scritte odierne, lungo corso XX Settembre a San Fili, iniziano ancor prima che inizi corso XX Settembre. La prima in cui c’imbattiamo, infatti, è non solo passata l’antica località Airella ma persino il famoso forno elettrico dell’indimenticato Guido Perri. Sul marciapiede che porta dritto dritto “aru pont’u zu ‘Ndria” a dare il benvenuto a coloro che, venendo da Cosenza, troviamo, tra l’altro in azzurro, la scritta “Amici amici esauriti dalle notti felici di vizi”. Non vorrei che prima di scrivere ciò l’autore si sia fatto una canna. Il senso della frase, comunque, sembra lasci ben pochi dubbi in merito.
Cosa si scrive oggi sui muri degli edifici che si affacciano su corso XX Settembre a San Fili? … frasi, concetti o semplici parole senza senso, almeno secondo l’interpretazione di qualcuno come colui che firma quest’articolo, che un senso l’ha sempre cercato, o quantomeno ha provato a cercarlo, nella scrittura e nella grafica.
Un esempio? ... sulle panchine poste nella bambinopoli o nella villetta in prossimità della bambinopoli stessa leggiamo: “i puffi” (e questa scritta quasi quasi ci sta pure bene… siamo per lo meno in tema con la presenza dei bambini), “sa puttana”, “suca”, “ti amo”, “ti amo cucciola” e “tu fa schifo” (queste ultime cinque scritte mi sembrano un po’ fuori luogo).
Si leggono anche alcuni nomi sia di maschi che di femmine (che per un discorso di privacy non vorrei riportare su questo articolo) o delle semplici formule algebriche (sicuramente le iniziali di qualche innamorato altrettanto sicuramente non condiviso dall’altra parte) del tipo “A+K”.
Una più impegnativa e completa formula geometrica la ritroviamo su un muro lungo un vicoletto che collega via Rinacchio con corso XX Settembre (nei pressi del vecchio sito del locale rifornimento di benzina): “E**A+K***A=UNITI PER SEMPRE”.
Di fronte alla bambinopoli, sull’altro lato della strada, c’è lo storico “abbiveratoio” con a fianco  una panchina. Ovviamente anche questa panchina non poteva sfuggire ai nostri “autori”. Sulla stessa leggiamo, vero urlo nel silenzio, un terribile grido d’aiuto: “M****a ti prego - ritorniamo amici”… in effetti una rottura come questa non ce l’aspettavamo neanche noi. Speriamo che M****a abbia messo una pietra sopra sul passato tra lei ed il giovane innamorato (?) e che quest’ultimo non sia stato succube di qualche brutto e stupido pensiero autolesionista.
Dall’altro lato dell’abbiveratoio, contrapposto cioè alla citata panchina, una scritta, un po’ datata, si legge direttamente sul muro in pietra: “C***y ti voglio bene”. Che tenero e diretto poeta (o… che tenera e diretta poetessa?).
Qualche centinaio di metri più avanti, allo svincolo che mi porta in località Colombrello, una dubbia scritta colpisce il mio innocente sguardo: “fuck you”. Come rimpiango di non aver studiato in modo accettabile l’inglese ai tempi della scuola… chissà cosa significa tale scritta e chissà, se significa ciò che ipotizzo, a chi era rivolta.
Oggi, quasi sicuramente, l’autore se s’imbattesse in questo mio scritto… la rivolgerebbe di cuore a me.
L’amante de “i puffi” ritorna con la sua passione verso certi personaggi della fantasia con il nome di un altro eroe dei fumetti e dei cartoons. Su una facciata dell’abitazione che fu dell’indimenticabile prof. Raffaele Perri (larghetto adiacente piazza Rinacchio) compare infatti, in azzurro e ciclopica, la scritta “Snoopy”.
Arriviamo, salendo salendo, in piazza Madonnina (una delle poche piazze che, per fortuna, ancora i nostri Amministratori non si sono decisi ad intitolare a nessuno dei nostri completamente sconosciuti - per loro e per i posteri - paesani passati a miglior vita… un danno in meno alla storia della nostra Comunità).
Qui, a farla da padroni, continuano ad essere le scritte sulle panchine. Sullo schienale di una panchina si legge: “a vita è nu biscottu - se piove si scioglie - ps: seguite il mio consiglio”. Inutile dire che siamo decisamente in tempo di crisi economica, oltre che linguistica, e a darci conferma di ciò che stiamo passando oltre al ministro dell’economia GiulioTremonti sembra voglia ricordarcelo anche tale scritta. Una volta, se non ricordo male, infatti la vita non era “nu biscottu” ma “na brioscia”.
Ciò che non si capisce, comunque, in tale scritta è… quale sarebbe il consiglio che dovremmo seguire. Speriamo che l’autore del messaggio leggendo quest’articolo ci faccia la grazia d’illuminarci in merito.
S’una panchina a fianco si legge: “spugna” e “douglas”… no comment!
(continua).
*     *     *
… un caro abbraccio dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
… /pace.

martedì 21 giugno 2011

Notizia flash!

... comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
... è passata a miglior vita la nostra compaesana (N.D.) Giuliana Gentili.
... aveva 93 anni.
... ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
... a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace.

Notizia flash!

... comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
... è passata a miglior vita la nostra compaesana Antonietta Zuccarelli in Pennino.
... aveva 76 anni e abitava in Port Chester (New York).
... ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
... a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace.

venerdì 17 giugno 2011

Notizia flash!

... comunicazione rivolta alla cittadina di San Fili ed alla Comunità Sanfilese nel Mondo.
... è passato a miglior vita il nostro compaesano Dante Gulino.
... aveva 72 anni e abitava in Toronto (Canada).
... ai familiari il nostro più sentito cordoglio.
* * *
... a sinistra, San Fili: il sacrario della chiesa del Ritiro o di Santa Maria degli Angeli.
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace.

Anche questo mese (Giugno 2011) siamo riusciti, noi dell'Associazione culturale "Universitas Sancti Felicis", a realizzare il nostro bollettino.

... proprio così, anche questo mese (Giugno 2011) noi dell'Associazione culturale "Universitas Sancti Felicis" di San Fili (ovvero l'Associazione dei Sanfilesi nel Mondo), siamo riusciti a realizzare il nostro bollettino mensile, il... "Notiziario Sanfilese".
Otto pagine di storia, cultura ed attualità relative alla stupenda cittadina di San Fili e all'altrettanto stupenda comunità da essa ospitata.
La Comunità Sanfilese.
Chi volesse ricevere il nostro Notiziario non ha che da diventare socio dalla nostra Associazione. Si può diventare soci partendo da un contributo di appena 5,00 (cinque) euro, a seconda se si vuole essere soci simpatizzanti, soci ordinari e via dicendo.
Per ritornare al "Notiziario Sanfilese" di questo mese (di cui viene riprodotto il frontespizio a sinistra), comunque, riporto di seguito l'indice delle pagine:
*     *     *
Pag. 1
- Lo sapevate che… l’Immacolata concezione di San Fili in trasferta a San Paolo del Brasile. Di Roberto Iantorno.
Pag. 2
- Comunicazione ai soci.
- Ci hanno lasciato.
Pag. 3
- Lo spreco nell’età moderna. Di Nuccia Giglio-Carlise.
- Speciale: i referendum del 12 e del 13 giugno 2011 a San Fili (libere considerazioni).
Pag. 4
- Da Toronto… Oscar Bruno.
- Le noci (alberi) nel folclore sanfilese.
Pag. 5
- Un pellegrinaggio al santuario di san Francesco di Paola. Correva l’anno 1964. di Antonio Ingribelli.
- Sanfilesi nel web: Agostino Guerresi (http://www.beniculturali.it).
Pag. 6
- Quando le scritte sui muri raccontano la storia d’una comunità… vent’anni dopo. Di Pietro Perri
Pag. 7
- Il proverbio del mese: ara calata ogne santu t’ajuta.
- I membri dell’Associazione Culturale “Universitas Sancti Felicis” e costo tessere 2011.
Pag. 8
- “Peccati di gola” a cura di Antonella  Angotti: tortino di asparagi.
- Speciale: i referendum del 12 e del 13 giugno 2011… a San Fili (i risultati).
*     *     *
... un cordiale affettuoso abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!