A chi non ha il coraggio di firmarsi ma non si vergogna di offendere anche a chi non (?) lo merita.

Eventuali commenti a post di questo blog non verranno pubblicati sia se offensivi per l'opinione pubblica e sia se non sottoscritti dai relativi autori. Se non avete il coraggio di firmarvi e quindi di rendervi civilmente rintracciabili... siete pregati di tesorizzate il vostro prezioso tempo in modo più intelligente (se vi sforzate un pochino magari per sbaglio ci riuscirete pure).

giovedì 18 febbraio 2010

San Fili... verso le elezioni comunali del 28 e 29 marzo 2010 (parte nona).

Grazie all'amico Antonio (Tonino) Marotta e a Facebook siamo riusciti ad avere qualche notizia (indiscrezione?) in più in merito alla lista "La nuova alba per San Fili e Bucita".
Fermo restando che il candidato a sindaco, ovviamente per questa lista, è il dottor Giovanni Carbotti, nella lista troviamo anche i compaesani: MAZZULLA ROSANNA (candidato vicesindaco), BORCHETTA MICHELE, CHIAPPETTA PASQUALE, CRIBARI PIETRO, DE LUCA ANTONELLO, LIO FRANCO, LO FEUDO ALFREDO, LUCHETTA ARTURO, MAROTTA ANTONIO LUIGI (alias "Grande Tonino"), PARISE BRUNA (o Brunella), PERRONE ANDREA e VERRE CARLO.
Sulla sinistra riporto la foto del candidato sindaco per la lista "La nuova alba per San Fili e Bucita" dottor Giovanni Carbotti. La foto è ripresa da Facebook.
*     *     *
Qualche giorno addietro facendomi la solita "vasca"( i profani leggano "piacevole passeggiata") lungo corso XX Settembre (il corso principale di San Fili... non fosse per altro se non per il fatto che è l'unico) con un mio caro amico non uso a questo piacevole rito (la "vasca" quotidiana), e quindi non aggiornato sugli eventi della vita paesana, mi ha chiesto: "Ma per quanto riguarda le liste in fase di presentazione, politicamente... come si collocano"?
Il mio caro amico in poche parole voleva sapere se ci sono in atto schieramenti di Destra, di Centro e/o di Sinistra in competizione.
La mia risposta non poteva che non usare, per spiegare la situazione, un termine tutto santufilise: "... eni tutta na frascatula. Destra, Sinistra e Centro sono finiti tutti nello stesso calderone... e purtroppo tale situazione ormai non è solo di San Fili ma dell'Italia intera. Ex comunisti con ex democristiani ed ex fascisti ormai si presentano senza alcun pudore nella stessa lista. L'importante è vincere o quantomeno partecipare... per dividere ci sarà tempo. Gli ideali? ... chissà se sono mai esistiti nel senso buono del termine o se gli stessi non erano un mezzo come un altro per prendere per il c*** il popolo ceco e fesso"!
Tomasi di Lampedusa con il suo celebre "Gattopardo" ha fatto sicuramente scuola.
Un esempio della collocazione in una o nell'altra ideologica area è sicuramente quella della lista che ci presenta il dottor Giovanni Carbotti (senza con ciò nulla togliere di merito alle altre liste... che sicuramente offrono su questo fronte ben poco di meglio... anche coloro che dicono di non appartenere a nessun partito e/o collocazione politica: se non ci appartengono, infatti, o ci sono appartenuti o ci apparterranno... il che cambia ben poco).
Nella lista la "Nuova per San Fili e Bucita" troviamo pidiessini (ex comunisti), filo berlusconiani (ossia simpatizzanti del Partito della Libertà), filo dipietristi (ossia simpatizzanti dell'Italia dei Valori), filo casiniani (ossia simpatizzanti dell'Unione di Centro) e chi più ne ha più ne metta.
Un vero arcobaleno che comprende l'intero scibile politico (si fa per dire) nazionale.
Ripeto: le altre possibili liste che si prevede verranno presentate a San Fili per le amministrative del 28 e 29 marzo prossimo non sono da meno (chi afferma il contrario sicuramente è certo che i propri compaesani soffrano d'un acuto problema di cecità).
... tutti assieme, anche in questo caso, appassionatamente.
Speriamo che almeno stavolta alle prossime amministrative sanfilesi vinca uno solo e non dodici persone (dodici teste illuse di poter pensare contemporaneamente) com'é successo nel lontano 2005.
 Quando ci sono troppe teste pensanti in circolazione (facenti cioè parte del Consiglio comunale), infatti, alla fine l'unica a rimetterci le penne è la cittadinanza amministrata.
Della lista "L'alba nuova per San Fili e Bucita" fanno parte, è bene ricordarlo, il candidato sindaco dottor Giovanni Carbotti già presidente del Consiglio comunale (quindi facente parte della maggioranza amministrativa guidata dal dottor Ottorino Zuccarelli) durante il passato quinquennio. Sempre della Giunta Zuccarelli, oggi nella lista Carbotti (quindi critici verso il precedente datore di lavoro... e quindi critici verso il proprio stesso operato) fanno altresì parte anche Pietro Cribari e Pasquale Chiappetta.
*     *     *
Invito rivolto a tutti i candidati e a tutte le coalizioni che si presenteranno alle prossime elezioni amministrative che si terranno a San Fili il 28 e 29 marzo prossimo: questo spazio è messo (ne rispetto reciproco e nel limite concorrenziale) a disposizione di tutti.
Chi vuole può inviarmi o semplicemente materiale (foto, stralci del proprio programma, idee per il futuro di San Fili da portare al vaglio dei lettori ecc. ecc.) da riportare in questo spazio.
Da parte mia cercherò (anche se non sempre... dopotutto sono Sanfilese anch'io, non sono mica un marziano) di mantenermi al di sopra delle parti.
... mi rifaccio al buonsenso di tutti (esclusi gli pseudoignoranti, gli arroganti e chi non può fare a meno di offendere i propri interlocutori... da qualsiasi parte loro vengano a galla).
*     *     *
Riporto di seguito quanto gli amici del Comitato civico Neapòlis (alias "Napoli 2008") hanno scritto sul loro "Neapòlis Mail" n. 5 (il loro giornatino... abbreviazione di "giornalino/volantino), distribuito verso la metà del mese di febbraio 2010, in merito al raggruppamento che darà vita alla lista la"Nuova alba per San Fili e Bucita".
*     *     *
NUOVA (?) ALBA
Il gruppo che fa capo a Giovanni Carbotti ha di recente chiuso un accordo con il gruppo di Pasquale Chiappetta. Sono così ben tre gli uomini dell’attuale maggioranza che cercano di riciclarsi: Giovanni Carbotti (Presidente del Consiglio per quattro anni e mezzo e attualmente consigliere di maggioranza), Pietro Cribari (è stato Assessore), Pasquale Chiappetta (Assessore per qualche tempo e consigliere di maggioranza). Il gruppo ha impostato una politica di critica alla gestione comunale (un esempio recente è il rimborso della quota della depurazione dell’acqua). Ci chiediamo: ma se i tre sopraccitati facevano e fanno ancora parte della maggioranza, perché non hanno provveduto a risolvere i problemi durante gli ultimi cinque anni in cui hanno amministrato piuttosto che prometterli di risolverli nei prossimi cinque? A parte qualche nuovo candidato, questa Alba è un film già visto. E’ una scisma che professa la medesima religione. Nessun dorma: all’alba vincerò…?
*     *     *
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

Nessun commento: