A chi non ha il coraggio di firmarsi ma non si vergogna di offendere anche a chi non (?) lo merita.

Eventuali commenti a post di questo blog non verranno pubblicati sia se offensivi per l'opinione pubblica e sia se non sottoscritti dai relativi autori. Se non avete il coraggio di firmarvi e quindi di rendervi civilmente rintracciabili... siete pregati di tesorizzate il vostro prezioso tempo in modo più intelligente (se vi sforzate un pochino magari per sbaglio ci riuscirete pure).
* * *
A decorrere dall'8 settembre 2017 i commenti anonimi sono disabilitati. Mi spiace per la sedicenti Elvira alias Elviro... cari compaesani. Ma ci tengo all'EDUCAZIONE e l'anonimato è tutto tranne che... EDUCAZIONE.
* * *
Ricordo ad ogni buon file l'indirizzo di posta elettronica legata a questo sito/blog: pietroperri@sanfili.net

sabato 2 gennaio 2010

... questo è il clima che si è creato a San Fili in vista delle prossime elezioni amministrative (seconda parte).

.... e poi dicono che sia io quello che vuole fare polemiche senza fondamento e che offende gli altri senza alcuni ritegno. Riporto di seguito due post (presumibilmente collegati anche alla querelle nata in questo blog) ripresi, su Facebook, dalla bacheca del gruppo "Dialogando con Neapòlis per una San Fili migliore" (tali post infatti sono di questi ultimi giorni):

Pierfrancesco Musacchio A proposito di una querelle promossa dal bolg di un nostro caro amico, Pietro Perri, circa il nostro ultimo giornalino, vorrei dire una brevissima cosa a Giuseppe Monaco, che commenta la questione dicendo che noi attacchiamo il sopracitato Pietro. Caro Giuseppe, credo che le persone di Neapolis abbiano solo risposto, secondo le regole democratiche, a un attacco "forte" fatto da Pietro (in totale libertà, w la democrazia e ben venga la critica) dalle colonne del suo blog. Se le nostre risposte sono state "forti" è perchè a nostro parere nella teoria dell'amico Pietro c'erano molte falle. Neapolis non ci sta a passare come accusatore o come la parte che ha alzato i toni. Detto questo credo che S. Fili e Bucita abbiano problemi più seri e chi si occupa di politica dovrebbe pensare a quelli e non ad attaccare chi vuole cambiare finalmente le cose. Purtroppo però i conservatori sono tanti... un saluto da una persona che non ha partiti nè padroni... nè a S. Fili nè a Cosenza.
 *   *   *
... ovviamente chiedo a Pierfrancesco (visto le sue affermazioni e non perché mi aspetto una risposta proprio da lui perché diversamente non dormirei la notte) di delucidarmi (possibilmente in modo educato, civile e rispettoso) su tali falle. Dopotutto io ho chiesto la cosa più stupida e banale del mondo o quanto meno di San Fili: esiste un "Progetto" (non programma) diverso da quello di pensionare (amministrativamente parlando) il dottor Ottorino Zuccarelli e la sua squadra? ... un Progetto per il rilancio culturale, sociale ed economico di San Fili? ... credo che basti (educatamente, intelligentemente e saggiamente) rispondere con un semplice "si, esiste" o "no, non esiste" o "questo è il nostro Progetto". Dove sono le falle in una tale richiesta?
... oltretutto tale richiesta è rivolta fin da ora anche alle altre eventuali liste in gioco, non solo alla Lista Neapòlis (nella mia testa non ho solo voi, ve l'assicuro, perché in tal caso sarei veramente da ricovero).
... a scanso d'equivoci voglio ricordare che in altri tempi m'ero iscritto anch'io al gruppo "Dialogando con Neapòlis per una San Fili migliore". In quell'occasione ho mosso qualche critica ad un post dell'amico Pierfrancesco (soggetto di cui invidio la preparazione culturale) dicendo che forse era il caso di volare un po' più in alto e subito mi sono sentito attaccare con frasi del tipo "chi ti ha mandato a creare problemi in questo gruppo".
Io, come te, caro Pierfrancesco, non ho padroni... ma se tu dubiti di me (tu o qualcu altro), permettimi di dubitare "anche a me" di chi o di quanti mi stanno di fronte! ... se tu pensi che io faccia interventi in mala fede (tu o qualcun altro) permettimi di pensare "anche a me" che parli o scriva in mala fede anche chi mi sta di fronte!
... il dubbio, devi condividere, genera dubbio
... onde evitare ulteriori polemiche ho preferito cancellarmi (cancellando anche i miei post) da tale gruppo.
 *   *   *
Per par condicio (dopotutto ho riportato anche quello di Massimo Onofrio), riporto anche quello del cugino di Pierfrancesco, Paolo (più diplomatico?):
 *   *   *
(omissis) Su ennesima richiesta del compaesano Paolo, voglio tagliare il suo commento (tra l'altro sempre e comunque leggibile su Facebook all'indirizzo:
Sempre a tale indirizzo (segnalato come gruppo "Dialogando con Neapòlis per una San Fili migliore") troverete una ricca variante di termini rivolti a quei Sanfilesi magari (ma non è detto) avversari ma prima di tutto (e sopratutto) onesti, critici e leali cittadini, termini del tipo: "lacché di un sistema che si autoconserva (n.d.r.: chissà poi chi l'ha creato, quali famiglie, questo sistema a San Fili, perché sicuramente non si è creato da solo) - sciacalli - cani addestrati e mmissati - frustrati (n.d.r.: di questo genere di soggetti ne possiamo facilmente individuare ovunque ed in ogni parte) - lacché dei potenti e via dicendo" ... viva il futuro di San Fili.
Ripeto l'indirizzo dove trovare i relativi commenti in cui sono contenuti tali civili ed acculturati termini:
Non cancello l'altro commento (malgrado la mia amichevole ed in buona fede proposta era più che civile... purtroppo non basta guardarsi nello specchio per trovare qualcuno che ci rassomigli) in quanto nella stessa, ripeto, è fatto esplicitamente il mio nominativo. A quell'individuo (per rifarmi ad un suo termine) che si appella "al diritto del tacere"... posso solo dire che quando io mi appellavo "in altri tempi" a tale diritto... innanzitutto tacevo!
Oltretutto i filtri ai commenti (non tutti siamo ignoranti come si crede in merito... mi auguro che qualcuno non lo sia veramente, il che mi farebbe preoccupare) esistono anche su Facebook. Tali filtri, a priori e/o a posteriori, sono gestiti direttamente dagli "Amministratori" e dai "Responsabili" del gruppo (o dell'intestatario dello spazio) stesso.
Tali filtri sono previsti dalle clausole che regolano appunto l'uso di tali mezzi.
Clausole con le quali, accettandole, i "fondatori" si impegnano con la società che gestiste Facebook affinché nelle pagine agli stessi concesse si rispettino determinate regole (esempio: buon senso, linguaggi corretti, legalità, rispetto del pubblico senso del pudore ecc. ecc. ecc.).
Io, nei panni di qualcuno, tali clausole (giunto a tal punto) me le andrei a rileggere.
*   *   *
... credo che il tutto si commenti da se, per quel che mi riguarda continuerò a lottare (civilmente) affinché veramente San Fili possa avere una speranza d'un futuro migliore. Una lotta (così come ho dimostrato specie in questi ultimi cinque anni) che si può benissimo fare (spesso) da soli, (spesso) contro tutti e, cosa ancor più importante, al di fuori anche dalle sedie del Consiglio comunale.
... qualcuno mi ha chiesto se per salvare San Fili sia per forza necessario un Barak Obama. Gli ho risposto: da noi il K.K.K. (a San Fili) è ancora troppo potente per sperare che un Barak Obama possa avere un tale, altrettanto successo.
... un caro abbraccio a tutti dal sempre vostro affezionato Pietro Perri.
... /pace!

9 commenti:

Pietro Perri ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Sante Onofrio ha detto...

Ciao Pietro, colgo l'occasione innanzitutto per rinnovarti i migliori auguri di Buon Anno. Vedo, con una certa incredulità, che questa polemica viene portata avanti da tutti senza peraltro estrapolare dai contenuti delle conclusioni degne di tale nome...Io credo che se si vuol giungere a qualcosa di costruttivo la mia proposta resta la migliore soluzione, considerala, senza aspettare che io, eventualmente, vesta i panni di Sindaco, perchè allora il nostro incontro probabilmente avrebbe un significato diverso da quello chiarificatore e pre-elettorale, che invece avrebbe se ci incontrassimo ora.Personalmente, non credo che continuerò a scrivere, in merito, commenti sui blogs, perché lo ritengo inutile e pretestuoso; io sono una persona pratica...ripeto se vogliamo capirci davvero vediamoci: è la soluzione più appropriata e fruttuosa!Ho già esortato i miei validissimi amici di Neapòlis a fare lo stesso, anche moderando i toni, senza peraltro, inibirli nella libertà di ribattere se eventualmente lo dovessero ritenere opportuno, ma solo confidandogli che questa è linea politica più corretta da mantenere, secondo me, in tali situazioni, cosa di cui loro, essendo persone calibrate e responsabili, oltre che intelligenti, sono sicuramente già al corrente. . Mi permetto di suggerirti, molto umilmente e se davvero hai a cuore la questione, di fare lo stesso, e cioè: interrompere questa sterile polemica sul blog, ed incontrarci per chiarire personalmente ogni eventuale incomprensione tra noi, anche perchè sono sicurissimo che se ascolterai vis-a-vis tutte le mie argomentazioni relative a Neapòlis, non indugerai neanche un attimo ad appoggiarci ed a vederci come l'alternativa più plausibile per promuovere lo sviluppo di cui il nostro beneamato paese ha urgentissimo bisogno. Pace, amicizia e solidarietà: Sante ONOFRIO (il vostro Barak Obama...hahahah...scherzo!). PS: Il K.K.K. è un esempio molto calzante, mi piace e mi fa piacere, e non ne avevo alcun dubbio, che sei conscio della situazione politica sanfilese citandolo. Speriamo che anche qui, come nei suoi luoghi di origine, questo tipo di associazioni scompaiano del tutto,ed al più presto portando con se tutto il biasimo della storia...certo c'è bisogno dell'aiuto di tutti però!!!

Pietro Perri ha detto...

Carissimo Sante,
ricambio innanzitutto gli auguri di un 2010 veramente felice per noi e per tutti.
Per il resto, ci troviamo sulla stessa lunghezza d'onda: se continuiamo con questa polemica e con questo modo di parlare (inutile dire che non mi rivolgo certamente a te in quanto finora sei stato sicuramente la persona più giudiziosa in tale contesto) rischiamo di fare del male non solo a noi stessi ma all'intera comunità Sanfilese.
Dopotutto io mi sono ritirato (in tre tempi) dalla politica attiva del nostro paese proprio per l'ambiente che si andava creando: volantini offensivi della persona (uno dei quali, divulgato a firma del responsabile sanfilese di Forza Italia nell'ormai lontano 2000, sulle lunghe distanze mi ha persino costretto a segnalare lo stesso alla Procura della Repubblica), divulgazione di notizie false (o quantomeno non accertabili), calunnie, creazione di alberi genealogici non esaltanti (come se a San Fili fossimo tutti figli dei di baroni o marchesi - cosa che non credo sia sempre onorevole), lettere anonime inviate nei luoghi di lavoro creando non pochi problemi a chi le riceve e via dicendo.
... non era questo l'ambiente che mi sarei aspettato quando, nel 1978, aderii giovanissimo al Partito Socialista Italiano diventandone quasi immediatamente il Segretario della locale Giovanile: credevo nella politica, nel rispetto reciproco ed in un paese che poteva e può dare tantissimo all'hinterland cosentino.
All'epoca però c'erano in politica persone come Francesco Gambaro, Carmine Cesario e tantissimi altri (tanti passati a miglior vita... tanti ancora per fortuna vivi) che tutto avrebbero fatto tranne utilizzare simili linguaggi e sempre e comunque rispettando, come persone, i propri avversari.
Oltretutto la morale e la tonalità erano salvaguardate anche da soggetti che, seppur ritiratisi dalla politica attiva, in quanto elite culturale, riuscivano ad imporre in determinato modo di comportarsi e di esprimersi (mi riferisco al compianto Goffredo Iusi e alla sua dotta allegra compagnia).

(continua su commento successivo)

Pietro Perri ha detto...

(continua da commento precedente)

... da parte mia voglio comunque fare la mia... parte (per smorzare i toni). Sono persino disposto a cancellare qualche post (come quello surriportato) a parte che gli altri (prioritariamente) cancellino i propri dal punto in cui sono stati scritti (su Facebook): il primo post perché riporta (anche se per un discorso indiretto) il mio nome, ed il secondo perché... anche se si è incavolati, siccome vogliamo costruire un San Fili diverso, è giusto iniziare ad utilizzare un linguaggio più pacato e meno impersonale (in quanto non si riesce a capire a chi sia riferito - posso legittimamente pensare che sia riferito anche al sottoscritto - e più di un soggetto può sentirsi interessato da tale affermazione).
Il Neo (per ripartire dalla prima parte del dello stupendo nome che avete adottato: Neapòlis) San Fili... credo sia giusto farlo cominciare anche da questo punto... diversamente abbiamo fallito tutti ancor prima di iniziare.
Rispetto reciproco, rispetto di chi ci sta di fronte, rispetto per i diversi, non giocare in mala fede (tale qualificativo non è indirizzato a nessuno) e non ricercare sempre e comunque la mala fede degli altri, utilizzare espressioni pacate e civili, ritornare ad essere luce in un modo sempre più buio.
Ricordare che anche Facebook (youtube e l'intera rete internet) sono di pubblico dominio e tutto ciò che viene scritto in tali spazi (se sono spazi aperti a tutti) sono di pubblico dominio. E ciò che è più vergognoso di tutto è che ci navigano anche i sanfilesi di appena dieci anni. Chiediamoci allora: cosa possiamo sperare, facendo tali polemiche ed utilizzando simili linguaggi, dalle generazioni future sanfilesi? ... se questo è il San Fili che anche noi stiamo contribuendo a mantenere in piedi?
... facciamo un passo indietro "tutti", io aspetto fiducioso quello degli altri (poiché è una vita ormai che ne sto, passi indietro, facendo io per primo e mi sto trovando come un deficiente sempre dietro gli altri)... li seguirò a ruota.
Un caro saluto da Pietro.

Pietro Perri ha detto...

Caro Sante,
... la mia proposta (cancellare il tutto dall'una e dall'altra parte) è comunque sempre valida! ... non ho fatto nessun abuso prelevando frasi da Facebook (gruppo "Dialogando con Neapòlis per una San Fili migliore" - gruppo aperto a tutti così come il mio blog) in cui veniva fatto tra l'altro espressamente il mio nome.
... e termini del tipo "Questo è il modo corretto di fare di alcuni individui" non credo non possano definirsi offensivi (tendenti a non chiudere la polemica) e quindi provocatori.
... io la mia mano (in buona fede) la sto porgendo... ma la buona fede (e la voglia di cambiare) deve essere reciproca e alla luce del sole! ... per il bene di San Fili!
Ho specificato benissimo il perché dei filtri a questo blog: siccome si può scrivere anche in forma anomima, responsabilmente è il master (ossia il sottoscritto) a rischiare in prima persona. Oltretutto non mi sembra che finora abbia tagliato o non pubblicato post di qualcuno.
Se l'ho fatto involontariamente me lo si faccia presente, me li si rimandi e ovvierò all'errore.
La libertà d'espressione è concessa a tutti ma il rispetto di chi ci sta di fronte è un obbligo (ed è uno specchio della propria educazione e della propria preparazione civile e morale).
... sul gruppo, ripeto, ho provato in altri tempi a scriverci: criticando qualcosa, svegliandomi in quell'occasione mi ero augurato di ritrovarmi in una gabbia di leoni!
... cambiare si può e si deve, per il bene nostro e di San Fili: San Fili e i Sanfilesi meritano ben altro nel proprio futuro.
... ripeto (educatamente) io sono disposto a tagliare questo post... alla suddetta condizione (ovviamente tagliando anche i post di Pierfrancesco successivi e collegati al post base).
Il gioco, perché di gioco si tratta, onestamente mi sta venendo anche a noia... non siamo bambini e siamo tutti vaccinati da tempo.
... non credo di aver chiesto né l'impossibile né il trascendentale.
... aspetto fiducioso il nulla osta.
Caro Sante, intervieni!

Paolo Musacchio ha detto...

Caro Pietro mi ero ripromesso di non scrivere più su questo blog dato che ora lo farà Sante come rappresentante di Neapolis, però purtroppo vedo che ancora non è stato rimosso questo post dove senza autorizzazione riporti le mie parole scritte su un altro sito.
Ti prego di rimuoverle perchè non ne hai l'autorizzazione.
Saluti.

Pietro Perri ha detto...

Caro Paolo,
... mi sembra d'essermi spiegato alquanto bene: siccome in base alla polemica che c'é stata (almeno nel tuo caso) non posso affermare per certo che non possa essere io (anche se non ne vedo del tutto il nesso) uno dei soggetti collegati alla tua affermazione e siccome tale affermazione è fatta su una pagina ad accesso pubblico (provami il contrario) non vedo dove sto sbagliando.
... nel caso di tuo cugino, oltretutto nel suo post viene espressamente fatto (anche se in modo indiretto) il mio nome... io la mia proposta civile l'ho fatta: cancelliamo i post iniziando dai due vostri surriportati post!
... non ho leso la privacy di alcuno! ... chi si mette alla finestra, chi vuole fare opinione non può lamentarsi se altri gli dicano in faccia... ma io a te ti ho visto da qualche parte.
... personalmente non mi vegogno di quello che scrivo né se altri riprendono i miei scritti e li riportano (ovviamente citando l'autore e non come è stato fatto qualche mese addietro omettendo questo piccolo particolare) in altri siti ed in altri luoghi: io me ne sono sempre sentito onorato.
... questa è la regola civile (è democratica) del gioco.
... se vuoi denunciarmi (se volete denunciarmi), denunciami pure.

Paolo Musacchio ha detto...

C'è un mio commento che non è stato pubblicato. Grazie

Paolo Musacchio ha detto...

E io mi vergognerei di quello che ho scritto? Certo che no! Anche perché è la verità! Ma quello che ho scritto non ha alcun nesso con la nostra polemica, quindi perché ti senti offeso dalla mia frase? Perché la associ ad un presunto clima di offesa?
Resta il fatto, comunque, che tu non puoi riportare le cose che io scrivo su un altro sito perché, per farlo, io ti devo autorizzare.
Questa è la regola civile del gioco.
Ma non ti preoccupare: se tu credi di essere nel giusto e nella legalità, fa' come meglio credi.
Ciao